Badanti, colf e baby sitter: 5 informazioni utili sul lavoro domestico

Badanti, lo stipendio minimo da applicare come stabilito dal CCNL
Badanti, lo stipendio minimo da applicare come stabilito dal CCNL

Tutti i minimi di stipendio previsti dal CCNL di categoria per il settore lavoro domestico.

Non perdere le ultime news
Clicca sull’argomento che ti interessa per seguirlo. Ti terremo aggiornato con le news da non perdere.
Clicca e guarda il video
Bartolini: aperte nuove posizioni di lavoro per figure da impiegare negli uffici
1

Il lavoro domestico

Da anni ormai badanti, colf, baby sitter e collaboratori domestici sono lavoratori paragonabili agli altri, perché anche questo settore è dotato di un proprio contratto nazionale di categoria. Lo stipendio da erogare a un lavoratore domestico è stabilito dal CCNL e come per gli altri lavoratori, anche per questi addetti al settore le soglie si aggiornano annualmente adeguandosi al tasso di inflazione.

2

L’inquadramento del lavoratore

Naturalmente lo stipendio varia in base al livello di inquadramento del lavoratore. Nel lavoro domestico gli addetti vanno inquadrati in 4 categorie, definiti livelli e contraddistinti dalle lettere A, B, C e D. A questi 4 livelli si affiancano 4 sotto livelli AS, BS, CS e DS, dove la S sta per super. Esperienza lavorativa, mansioni da svolgere e titoli o qualifiche sono i parametri considerati in sede di inquadramento di un lavoratore in tutti i livelli.