Visitando il Giappone è possibile vedere le sale di Pachinko. Queste sale sono caratterizzate da rumori assordanti e da un odore di fumo molto forte. Il gioco assomiglia alle slot machine e ai flipper, occorrono delle specie di biglie per poter giocare.

Questo gioco è nato sul finire della seconda guerra mondiale nella città di Nagoya. Sembra che l'origine della parola pachinko derivi da pachi-pachi, una parola onomatopeica che indica lo scoppiettare del fuoco.

Per giocare si spendono ingenti quantità di denaro, basta pensare che il giro d'affari si aggira intorno ai 250 miliardi di dollari l'anno.

La Yakutsa, la principale organizzazione malavitosa giapponese, gestisce spesso questi locali. Questo gioco è una vera e propria malattia, alle prime luci del mattino si possono vedere file di giocatori pronti a giocare i loro soldi, alcuni di loro trascorrono quasi tutta la giornata giocando e spendendo tutto quello che hanno.

In Giappone ci sono più di dodicimila sale di Pachinko, non ci sono ricompense in denaro, ma i giocatori ricevono dei gettoni che possono essere cambiati in moneta nei negozi.

Per giocare bisogna acquistare delle piccole palline metalliche, il giocatore inserisce una sfera nella macchinetta ed inizia la partita. Sul campo di gioco si trovano delle barriere e le palline iniziano a rimbalzare su di esse, lo scopo del gioco è quello di inserire le palline nei fori che si trovano sul campo da gioco. Spesso ai giocatori vengono offerte delle bibite fresche in modo che non si alzino durante la partita, tutto il personale fa un saluto con un inchino all'inizio della partita.

I giocatori sono tanto presi dal gioco che non si accorgono nemmeno di ciò che gli sta intorno.

Non ci sono fasce sociali, giocano tutti i tipi di persone dai diciotto anni in su, prima è vietato perché è un gioco d'azzardo. Come nelle slot machine quando si hanno delle combinazioni vincenti si ottengono altre tre palline. Le palline accumulate possono essere rigiocate o scambiate con buoni o premi, come sigarette, lettori mp3, telefoni e gadget costosi.

In una giornata fortunata un giocatore può arrivare a vincere circa 10.000 euro, ma spesso le perdite sono maggiori delle vittorie.

Altre curiosità sul Pachinko

Esistono tre tipi di macchine Pachinko, per principianti, intermedie ed avanzate. In Giappone intere sale da gioco sono dedicate a questo gioco si possono trovare in tutta Tokyo. Sopra ogni macchina ci sono delle statistiche che indicano le percentuali di vittoria del dispositivo. I dispositivi nuovi vengono chiamati shindai e pagano molto bene.

La cosa che rende unico questo gioco è il Reach. In pratica quando ci si trova con simboli della slot machine uguali bisogna aspettare che lo schermo si blocchi su Reach, a questo punto inizia una lotta tra l' eroe ed il malvagio in base alle macchine che si sceglie.

Dragonball. per esempio. avrà Goku contro Majin blu.

Un gioco d'azzardo dunque che è una vera e propria droga in Giappone. Ricordiamo il film Tokyo Ga, il regista Win Wonders parla delle sale di Pachinko e mostra per la prima volta al grande pubblico questo aspetto della cultura giapponese.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Viaggi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!