Giovanissimi e con tanto talento, il gruppo rock Måneskin trionfa sul palco dell'Ariston di Sanremo con il brano 'Zitti e buoni', un mix di energia e di ribellione. Dopo cinque serate intense, sorprendono tutti con la loro grinta.

Chi sono i Måneskin vincitori del Festival di Sanremo?

La band è stata formata a Roma nel 2015 e comprende:

  • Damiano David (voce),
  • Victoria De Angelis (basso),
  • Thomas Raggi ( chitarra),
  • Ethan Torchio (batteria).

In lingua danese (origine anche della bassista Victoria) Måneskin significa 'chiaro di luna'.

L'inizio e la grande occasione con X-Factor

I primi tempi sono stati senza dubbio critici; la band si esibiva per lo più per le strade di Roma, davanti alle vetrine di via del Corso e in qualche piccolo locale la domenica pomeriggio, in modo da mettere insieme un po' di soldi per far uscire il loro primo singolo.

Si sono fatti conoscere grazie al talent show X-Factor a cui hanno partecipato nel 2017, classificandosi secondi sotto la guida del giudice Manuel Agnelli.

In contemporanea alla partecipazione al famoso talent, esce il loro primo EP 'Chosen', classificato doppio platino dalla FIMI.

Il vero successo lo trovano però con il singolo 'Torna a casa' nel 2018 e sarà la prima canzone del gruppo ad essere in vetta alla classifica Top Singoli di FIMI, certificato poi quintuplo disco di platino.

I due album prodotti dalla band sono:

  • Chosen (2017) - che comprende due brani scritti dal gruppo tra cui l'omonimo singolo e cinque cover di artisti italiani ed internazionali, interpretate da loro in chiave rock;
  • Il ballo della vita (2018) - album incentrato sul personaggio Marlena che si ripropone in cinque tracce.

Dalle strade di Roma alla vittoria del Festival di Sanremo

Di acqua sotto i ponti ne è passata e, i Måneskin, di esperienze ne hanno fatte, nonostante la loro giovane età.

Il loro stile rock e fresco al tempo stesso ha fatto sì che la band arrivasse a tante conquiste in poco tempo; ultime tra tutte la vittoria sul palco dell'Ariston. La loro canzone 'zitti e buoni' un brano energico e infuocato che fa parte del loro nuovo album Teatro d'ira vol.1, ha un significato molto chiaro e profondo; un testo che parla di ribellione e di riprendere in mano le redini della propria vita, senza dar troppo peso ai pregiudizi delle persone.

Come da loro dichiarato "dedichiamo questo pezzo e la nostra vittoria a Sanremo al nostro professore che a scuola ci diceva sempre di stare zitti e buoni."

E loro, per fortuna, zitti e buoni non sono stati, hanno continuato a lavorare sodo fino a raggiungere alti livelli, rappresentando con grande carisma un bellissimo pezzo della musica italiana.

Loro, i giovanissimi partiti dalle vie di Roma, sono saliti su quel palco tanto ambito dagli artisti italiani, infuocando l'atmosfera e tirando fuori una grande energia, lasciandosi alle spalle in classifica tanti altri big.

Arrivati in finale con Fedez e Francesca Michielin con il loro brano 'Chiamami per nome', conquistano la vittoria lasciando il secondo posto al duo che, nonostante tutto, prende la sconfitta con tanta classe e stima nel confronti della band vincente.

Ecco il podio della 71esima edizione del Festival di Sanremo:

  • Måneskin - Zitti e buoni;
  • Fedez e Francesca Michielin - Chiamami per nome;
  • Ermal Meta - Un milione di cose da dirti.

In questo Festival alquanto strano per mancanza di pubblico, i Måneskin hanno saputo trovare e dare a loro volta tutto il calore che un po' mancava in questa edizione.

Classifica primi 8 della 71esima edizione del Festival di Sanremo:

  • Måneskin - Zitti e buoni;
  • Fedez e Francesca Michielin - Chiamami per nome;
  • Ermal Meta - Un milione di cose da dirti;
  • Colapesce e Dimartino - Musica leggerissima;
  • Irama - La genesi del tuo colore;
  • Willie Peyote - Mai dire mai (la locura);
  • Annalisa - Dieci;
  • Madame - Voce.