Al termine del discorso di Draghi le borse europee crollano vistosamente con cali che producono perdite per oltre 220 miliardi sui mercati. La Borsa di Milano accusa una spaventosa flessione del 4% con gli operatori letteralmente terrorizzati dalle parole di Draghi. Il motivo della marcia indietro delle borse europee è da ricercarsi nella delusione per il mancato Quantitative Easing. Agli operatori non sono piaciute le spiegazioni del presidente della bce sul programma di acquisti di Abs e covered bond.

La cronaca della conferenza stampa

Alle 14.30 di un giovedì nero per le borse del vecchio continente il Presidente Draghi parla alla conferenza stampa svoltasi al termine del meeting di Napoli lamentando che le istituzioni e i governi non abbiano ancora adottato misure efficaci per contrastare la recessione.

Dichiara che è impossibile abbassare ulteriormente i tassi più di quanto non si sia fatto, aggiungendo che adesso è compito dei governi fare in modo di stimolare la ripresa. Per rilanciare il credito a famiglie e imprese la Bce ha messo in campo il programma di Abs e covered bond , ammettendo implicitamente che sarà compito delle banche nazionali pilotare la ripresa. A queste parole nel comparto finanziario si diffonde un panico ingiustificato capace di produrre un vero terremoto che trascina al ribasso tutti i titoli bancari.

I retroscena del ribasso

Il motivo di un ribasso così pesante sulle borse continentali è da ricercarsi nelle aspettative che avevano gli operatori. Il dollaro si rafforza sempre di più sulla moneta unica e pertanto ritenevano che la Bce dovesse adottare misure ben più massicce rispetto alle timide Tltro di qualche mese fa dove sono stati immessi solo 82 miliardi nel sistema.

I migliori video del giorno

La convinzione di dover ripetere quanto fatto dalla Fed di Bed Bernanke col Quantitative Easing che ha ridato vigore e slancio all'economia americana li rendeva certi che anche la Bce ne facesse uno per l'Europa, senza pensare che un eccesso di azione espansiva avrebbe danneggiato in futuro l'Eurozona creando le premesse per una inflazione incontrollata. Giudicando inadeguato il programma di acquisti sui mercati secondari delle obbligazioni, quali appunto il programma Abs e covered bond, hanno sbaraccato completamente dando luogo ad un vero short selling che ora sarà dura fermare.