Al via oggi 27 gennaio 2018 i primi pagamenti per il reddito di inclusione Rei, il nuovo sostegno economico a favore delle famiglie italiane. Questa misura è inserita nella legge di bilancio per l‘anno 2018 e prevede il pagamento di una somma a favore delle famiglie che non superano una determinata soglia di Isee. Il reddito di inclusione mira a due obbiettivi principali: il primo riguarda il sostegno economico, l‘altro il sostegno sociale e il reinserimento lavorativo, infatti è previsto che la famiglia a cui sia stata accettata la richiesta, si rechi entro 50 giorni ad elaborare un piano di reinserimento lavorativo presso un punto Rei, dove saranno a disposizione varie figure professionali per aiutare la famiglia.

I requisiti

Il Rei, dal 1 gennaio 2018, va a sostituire la Sia ovvero il sostegno per l‘inclusione attiva e anche l‘assegno di disoccupazione. Un ulteriore passo avanti si farà a luglio quando le condizioni familiari per accedere al Rei verranno meno e saranno necessari solo i requisiti economici, ovvero possedere un Isee che non superi i 6000€, un Isre di 3000€ e un patrimonio immobiliare non superiore a 20000€.

Rimarrano però necessarie le condizioni di non percepire altre agevolazioni quali la Naspi, il non possedere navi o imbarcazioni e il non aver immatricolato un veicolo o motoveicolo nei 24 mesi precedenti. La durata della prestazione è di 18 mesi e può essere rinnovato se sussisteranno ancora le condizioni necessarie. Il rei può essere erogato in concomitanza alla pensione di invalidità nel caso ci sia un familiare disabile.

Gli importi

L‘importo varia in base al numero di componenti della famiglia. L‘importo massimo per un nucleo familiare di un solo componente è 2250 €, fino ad arrivare a 6477 € per un nucleo familiare composto da sei o più persone. L‘altra cosa da tenere in considerazione è la presenza in famiglia di una persona con disabilità che può far aumentare la prestazione, sempre rimanendo nella soglia massima di 6477 €.

Come usare il Rei

Si potrà usare la carta nei supermercati per fare la spesa alimentare, oppure per pagare le bollette di luce e gas. Nelle farmacie, essa dà diritto ad uno sconto del 5%, ad eccezione del pagamento del ticket sanitario. Si potranno, inoltre, prelevare un massimo di 240 € al mese. Per controllare il proprio saldo e i movimenti effettuati, basterà recarsi in un postmat Atm. Si ricorda che il beneficio carta Rei è in sostituzione alla carta Sia e i due benefici non possono coesistere.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto