Nel 2018 è possibile richiedere il bonus per avere uno sconto sulle bollette di luce e gas. Questa agevolazione è stata introdotta per aiutare le famiglie in difficoltà con un basso reddito, con molti componenti del nucleo familiare o con una persona diversamente abile. Per fare richiesta bisogna presentarsi al Caf con la documentazione isee in corso di validità per l´anno. I limiti reddituali dal 1 gennaio 2018 per aver accesso allo sconto sono di 8.107€ e, per le famiglie con più di tre figli a carico, di 20.000€.

La durata dell'erogazione del bonus è di 12 mesi. Per famiglie numerose s‘intende che il nucleo familiare deve avere almeno 3 figli che non abbiano un reddito Irpef superiore a 2.840€. Per le famiglie che hanno un componente con disabilità fisica e con necessità di avere apparecchiature elettromedicali, può essere fatta la domanda, previa presentazione del certificato Asl che dimostri la necessità di utilizzare tali apparecchiature.

Carta rei

La nuova misura da parte del governo per l‘inclusione sociale delle famiglie più disagiate è la carta Rei.

Questa misura prevede l‘erogazione di circa 80€ per ogni membro del nucleo familiare, fino a un massimo di 534€ al mese. La domanda va presentata nel proprio comune di residenza, che, dopo aver controllato i requisiti, la inoltrerà all‘Inps per l‘inizio dell'erogazione. Nei 50 giorni che seguono la richiesta la famiglia dovrà obbligatoriamente sottoscrivere un progetto finalizzato ad aiutare lavorativamente e socialmente la famiglia.

La soglia Isee richiesta è di 6.000€ con un Isre fino a 3.000, un patrimonio immobiliare non superiore a 20.000€ e il patrimonio mobiliare fino a 10.000€. L‘accettazione della domanda è inoltre legata ai componenti del nucleo, nel quale ci deve essere almeno un figlio minore, una donna in gravidanza, un componente disabile o un ultra 55enne disoccupato. Quest'ultimo punto varrà solo fino al 1 luglio 2018, dopo tale data si prenderanno in considerazione solo i redditi.

Rinnovo Isee 2018

Per usufruire di tutte le agevolazioni previste dalla legge di bilancio, bisogna essere in possesso di un Isee (indicatore della situazione economica) in corso di validità. L'isee ha durata di un anno, tranne nel caso dei bonus per le mamme con figli, che dovranno presentare il Dsu (dichiarazione unica sostitutiva) a partire dal 15 gennaio 2018. L'isee può essere rinnovato tramite il Caf che poi invierà tutto telematicamente all'Inps.

Segui la nostra pagina Facebook!