Erano ormai anni che nella Chiesa anglicana d'Inghilterra si discuteva sulla possibilità per le donne di diventare vescovo sulla scia di altri paesi anglicani come Australia, Nuova Zelanda, Canada e Stati Uniti, dove queste figure esistono già da diversi anni. Tuttavia, in Inghilterra ha sempre prevalso l'ala più tradizionalista e i precedenti tentativi di far approvare la modernizzazione delle regole della Chiesa hanno inesorabilmente fallito.

La decisione passo per passo - Nel 2012 si sperava di essere vicini alla meta, quando la proposta passò alla riunione del sinodo, ma fu bloccata dagli elettori laici.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Lega Nord

Bisognerà aspettare il 2014 perché la votazione venga ripetuta, questa volta con successo in ambedue le "camere". In entrambi i casi gli arcivescovi di Canterbury - nel primo caso Rowan Williams, nel secondo Justin Welby - si sono schierati apertamente per l'approvazione delle donne vescovo, un "divieto incomprensibile" secondo Justin Welby, ma che aveva caratterizzato la tradizione religiosa per secoli.

L'arcivescovo di Canterbury è la seconda carica religiosa della Chiesa inglese dopo la regina.

La decisione è stata dibattuta in Parlamento ed ha poi avuto la necessità dell'approvazione della regina, che non ha tardato ad arrivare. Anche vari membri dell'ambiente politico si erano detti a favore della nomina a vescovo per le donne preti (ci sono già dal 1994), primo fra tutti il premier britannico David Cameron che ha ventilato anche la possibilità che la nomina possa costituire corsia preferenziale per accedere alla Camera dei Lord fra i membri della Chiesa.

La prima nomina di un vescovo donna - Esattamente un mese dopo l'approvazione delle donne vescovo, il reverendo Libby Lane è stata nominata prima donna vescovo d'Inghilterra, e poi consacrata nella cattedrale di York lo scorso 26 gennaio.

I migliori video del giorno

Libby è stata una pioniera nel suo campo fin dalla sua nomina a sacerdote nel 1994, una fra le prime, e lei e il marito sono stati i primi coniugi ad essere nominati preti insieme. Dal 2007 era vicario nella diocesi di Chester, capoluogo della contea di Cheshire nel nord-ovest del paese, mentre da vescovo si dedicherà alle anime di Stockport, nell'area della Greater Manchester.

In molti hanno gioito per la sua nomina, ma alcuni tradizionalisti continuano a vedere questo cambiamento come non in linea con i dettami della Chiesa. In particolare, il reverendo Paul Williamson è intervenuto durante la cerimonia per manifestare la sua disapprovazione - in molti si aspettavano lo facesse data la sua intransigenza che lo aveva portato a schierarsi contro il matrimonio di Carlo e Camilla - ma la sua protesta è rimasta isolata.