Le stime dell'ultimo Rapporto sulle Migrazioni Internazionali del Dipartimento degli Affari Economici e Sociali delle Nazioni Unite parlano di 244 milioni di persone costrette a vivere lontano dal loro Paese di origine, compresi i migranti irregolari.

A questo enorme flusso migratorio si associano spesso questioni che riguardano i diritti umani. Per questo motivo l'ONU ritiene doveroso, da parte della comunità internazionale, capire le difficoltà dei migranti, i pericoli, le esperienze traumatiche e dolorose. Sarà questa la base di partenza su cui costruire protocolli e linee guida standard nazionali e internazionali affinché i diritti umani siano rispettati ovunque e per tutti.

La Summer School internazionale dell'UNICRI

L'Istituto internazionale delle Nazioni Unite per la ricerca sul crimine e la giustizia (UNICRI) di concerto con la John Cabot University, con sede a Roma, organizza tra l'11 e il 15 luglio 2016 una Summer School internazionale sulle violazioni dei diritti dei migranti.

I docenti della Summer School sono accademici e ricercatori della John Cabot e di altre università, quali Oxford, rappresentanti dell'ONU e di altri organismi che si occupano della tutela dei diritti umani e della società civile, come la FAO e la Marina Militare Italiana.

Il corso si terrà presso la sede romana della John Cabot University. Si articolerà in cinque giornate di lezioni teoriche, discussioni di gruppo, presentazione di casi di studio ed esercizi pratici.

I diritti umani calpestati

Nonostante la presenza di norme e regolamenti internazionali per la protezione dei diritti di migranti e rifugiati, le violazioni sono molto frequenti.

I migliori video del giorno

Le guerre e la povertà sono le cause principali che spingono milioni di persone a spostarsi verso aree del pianeta dove pensano e sperano di trovare sicurezza, tutela, opportunità economiche, libertà di credo, di espressione; ma è proprio durante il viaggio che sono più esposti agli attacchi criminali, costretti in condizioni inumane con le tragiche conseguenze di cui la cronaca, purtroppo, è piena.

La Summer School è volta a incoraggiare il dialogo interculturale e promuovere la comprensione di alcune tra le questioni più complesse e dibattute a livello mondiale. Il termine ultimo per iscriversi è il 28 giugno 2016. Tutte le informazioni sono facilmente reperibili sul sito dell'UNICRI.