E' di questi minuti la notizia di un tentativo di colpo di Stato in Turchia. Alle 22 di questa sera, gruppi di militari hanno chiuso i porti di Istanbul e Bosforo ed hanno bloccato le strade nelle principali città utilizzando i carri armati. Aerei f16 ed elicotteri stanno sorvolando il Paese. Un elicottero avrebbe aperto il fuoco contro la sede dell'intelligence turca. L'aeroporto di Istanbul è stato bloccato, così come tutti i voli internazionali, e circondato da carri armati.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Lega Nord

Secondo il sito russo di informazione Sputnik, i militari stanno disarmando la polizia turca di Ankara e Istanbul. Il comando di polizia ha richiamato in servizio tutti gli agenti.

I militari hanno confermato di aver preso il potere. Lo stesso Premier denuncia la situazione dichiarando che c'è il tentativo illegale di presa di potere da parte dell'esercito.

Le parole del Premier Erdogan

Erdogan assicura che i golpisti la pagheranno a caro prezzo il loro gesto e, ancora, avverte che in Turchia non verrà mai consentita l'interruzione della democrazia. Le forze turche useranno la forza contro la forza. L'esercito sarebbe entrato nella sede della televisione di stato e dopo un proclama con il quale ha annunciato la presa del potere e invitato la popolazione a rimanere in casa, avrebbe interrotto tutte le trasmissioni. Avrebbe anche bloccato l'accesso ai social netwwork. La Cnn turca riferisce che il Premier è al sicuro. I vertici dello stato maggiore, che hanno organizzato il golpe, dichiarano di voler solo ristabilire l'ordine democratico e le libertà. Sembrerebbe inoltre che i militari abbiano inviato tramite email ai media turchi un comunicato dichiarando di voler mantenere le relazioni con gli altri Paesi. 

I cittadini turchi: spari in strada

 Mentre i militari invitano i cittadini turchi a non uscire, i politici turchi chiedono ai cittadini di scendere in strada ed opporsi al colpo di stato.

I migliori video del giorno

Ad Ankara si sono avvertiti colpi d'arma in strada. Questo sarebbe il quinto golpe nella storia del Paese.