La Legge di Stabilità 2016 ha visto il rinnovarsi anche per l'anno nuovo la Social Card, anche se il progetto inizierà ad essere attuato dal mese di giugno 2016. Quella che per molti è conosciuta come carta acquisti, fu lanciata nel 2013 con l'allora decreto del lavoro; nell'ultimo biennio è stata riproposta riscuotendo grande successo, perciò il Governo ha deciso di prorogarla ancora. La Social Card è uno dei benefici di sostegno al reddito delle famiglie italiane più disagiate, un aiuto per la vita quotidiana disponibile in due tipologie (ordinaria e per disoccupati), ma per quest'anno non vi è traccia della seconda.

In compenso arriva la Family Card, una carta che da il diritto a sconti da usufruire in servizi pubblici e presso aziende aderenti all'iniziativa. Di seguito scopriamo tutti i dettagli relativi all'aiuto che il MEF offre ai cittadini.

Requisiti, quanto spetta e come richiedere la Social Card

Per il 2016 si riceverà assegno mensile da 40€, che sarà erogato ogni bimestre. La Social Card si rivolge a quei contribuenti in possesso di determinati requisiti e presenti all'interno di una fascia di reddito ben precisa. L'ISEE deve essere al massimo di 3.000€, in riferimento all'anno precedente, mentre l'indicatore relativo alla personale situazione patrimoniale ISEE deve risultare inferiore a 8.000€. Inoltre, non si deve possedere un immobile di valore superiore a 30.000€, un patrimonio mobiliare inferiore a 8.000€ e un auto o una moto, rispettivamente immatricolati nell'anno o nel triennio prima della richiesta.

Per ottenere questo beneficio da parte del Governo, bisogna che almeno uno dei componenti del nucleo famigliare sia minorenne; hanno maggiori probabilità di avere l'agevolazione coloro che hanno tre o più figli minori, due figli ed un bebè in arrivo, figli con handicap fisico o psichico ed un disagio abitativo evidente accertato dal Comune.

Per effettuare la richiesta per il ricevimento della carta acquisti, basta accedere al portale del Ministero dell'Economia è scaricare i moduli online. Una volta compilato il tutto, bisogna consegnare la richiesta presso uno sportello Inps o ufficio comunale. Se la domanda viene accolta, viene recapitata a casa la Social Card per mezzo di Poste Italiane.

Family Card 2016: novità per le famiglie numerose

Oltre a questo sussidio, da quest'anno, le famiglie italiane potranno accedere alla Family Card, la quale mette a disposizione sconti su servizi come ad esempio mezzi di trasporti o acquisti presso convenzioni che sceglieranno di aderire al programma. I parametri reddituali sono ancora da definire, si sa solamente che il beneficio sarà accessibile ai nuclei con almeno tre figli. Continuate a seguirmi per ulteriori aggiornamenti.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!