Per la sesta emissione dei #Btp Italia il tasso cedolare annuo minimo garantito è stato fissato a 1,65%. Ricordiamo che i tassi stanno scendendo, per l'ultima emissione erano al 2,15%. La novità per questa emissione è che la durata del titolo non sarà più di quattro ma di sei anni con scadenza 23 aprile 2020.

Altra novità è il periodo di collocamento. Dal 14 aprile al 16 avverrà la prima fase di collocamento riservata a risparmiatori individuali e altri affini, salvo chiusura anticipata. La seconda fase, quella del 17 aprile, sarà riservata a Investitori istituzionali sino alle 17,30 del giorno 17 aprile 2014, salvo chiusura anticipata.

La cedola è semestrale, indicizzata all'indice FOI senza tabacchi del semestre di competenza. Ma il Ministero si preoccupa di porre due casi per il pagamento della cedola: deflazione e inflazione.

In caso di deflazione nel semestre, la cedola dello stesso semestre viene calcolata moltiplicando il Tasso cedolare semestrale reale fisso per il capitale nominale non rivalutato. In caso di inflazione nei semestri successivi la rivalutazione del capitale avverrà solo quando l'indice torni a superare il livello massimo raggiunto nei semestri precedenti. Il rimborso avverrà in unica soluzione a scadenza al valore nominale non rivalutato. Il prezzo di emissione è 100 euro. Il taglio minimo è 1000 euro e multipli di 1000 euro. Il regime fiscale come per tutti i #Titoli di Stato è al 12,5 per cento.

I migliori video del giorno