Una città cosmopolita situata al centro dell'Europa, un passato importante cosi come la vicina Vienna. #budapest è senza dubbio una delle città più belle d'Europa, una meta ambita dai giovani e meno giovani, ricca di monumenti, musei, cose da fare e da vedere.

Dopo la crisi del 2007-2008 che aveva colpito in modo catastrofico anche la capitale ungherese, gli ungheresi hanno saputo reagire grazie anche al cambio di governo che ha portato Orban a diventare per la seconda volta il primo ministro con il suo partito Fidesz che aveva ottenuto la piena maggioranza in Parlamento.

Dal 2010 Fidesz controlla il paese con risultati soddisfacenti dal punto di vista economico, ma molto deludente dal punto di vista della libertà d'informazione, diritti umani soprattutto verso i migranti extra EU e modo di gestire alcuni appalti, giudicato troppo clientelare da alcuni addetti ai lavori.

Ma l'#Ungheria e Budapest non sono solo Orban e Fidesz, gli investitori internazionali in questi anni hanno puntato moltissimo sulla capitale magiara. I capitali investiti soprattutto in attività alberghiere e ricettive sono stati ingenti ed ora i risultati iniziano a dare ragione.

Dal 2010 ad oggi il numero di turisti annui a Budapest è aumentato copiosamente, questo boom ha fatto si che i prezzi in città crescessero e soprattutto nell'immobiliare ormai le valutazioni hanno raggiunto quelle di altre città europee.

Proprio nell'immobiliare abbiamo assistito in questi anni ad un vero e proprio boom con prezzi quasi raddoppiati nei distretti centrali della capitale ungherese. Basti pensare che soltanto 4 anni fa si riusciva a comprare nei distretti 7-8 a circa 600 euro al mq, oggi ce ne vogliono almeno 1000 per trovare una soluzione da ristrutturare.

I migliori video del giorno

I distretti 5-6 hanno raggiunto quotazioni da 1 milione di fiorini al metro quadro (circa 3000 euro), soltanto 3 anni fa eravamo sui 1200-1800 per soluzioni in buone condizioni di abitabilità. Questo boom dei prezzi e quello del settore turistico hanno fatto si che tanti proprietari di appartamenti iniziassero ad affittare a prezzi alti.

Oggi a Budapest ci sono circa 5000 alloggi in affitto su Booking, Airbnb, Wimdo ed altri siti di prenotazioni turistiche. Secondo alcuni analisti il ritorno economico è in media del'8% annuo, con alcune soluzioni che arrivano anche al 20%. Si tratta di un vero e proprio investimento sicuro, Budapest è ormai diventata a tutti gli effetti una capitale occidentale e la dimostrazione è data anche dagli #investimenti effettuati dai grandi fondi arabi e americani, soprattutto in strutture alberghiere di grande livello. Insomma, se avete soldi da investire...Budapest è la soluzione giusta per voi.