Riforma Pensioni 2014, le ultime notizie su esodati, Quota 96 e altri nodi della grande questione previdenziale italiana. Iniziamo dagli esodati: le misure che per comodità indichiamo come facenti parte della riforma pensioni 2014 (benché non esista una riforma organica ma un insieme di interventi eterogenei) comprendono lo stanziamento di poco meno di 1 miliardo di euro nel corso dei prossimi anni per la salvaguardia di 17 mila esodati che si vanno ad aggiungere alle 6 mila unità già preventivate, per un totale di circa 23 mila soggetti.

Ricordiamo tuttavia che con le ultime notizie sulla riforma pensioni 2014 in tema esodati si arriva a coprire all'incirca la metà dei soggetti interessati, quindi ancora il nodo esodati è lontano dal conoscere una soluzione definitiva.

Per quanto riguarda le pensioni dei Quota 96 della scuola, le ultime notizie di rilievo risalgono ad alcuni giorni fa. La situazione è pessima per gli insegnanti che si sono visti precludere il diritto alla pensione per un errore della riforma Fornero: la Corte Costituzionale non ha sollevato i problemi di costituzionalità che avrebbero scatenato i cambiamenti necessari per ottenere il ritiro, mentre la politica già da prima, attraverso la Ragioneria di Stato, aveva già bocciato le richieste (seppur considerate giuste praticamente da chiunque, esponenti politici compresi) principalmente per questioni di risorse economiche.

Ricordiamo inoltre che per la riforma pensioni 2014 scatteranno i tagli per le pensioni dai 90 mila euro lordi annuali, che la rivalutazione degli assegni arriverà non al 90 ma al 95% per le pensioni tra 3 e 4 volte il minimo e che si attende ancora di capire con precisione come il Governo affronterà la questione dell'equiparazione tra i contributi minimi per la pensione di uomini e donne, in seguito alla procedura di infrazione aperta dalla commissione UE nei confronti del nostro paese.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!