E' scaduto lunedì 23 giugno 2014 il termine ultimo per lapresentazione delle domande diaggiornamento delle graduatorie di istituto riguardanti i docenti di prima,seconda e terza fascia, valide per il triennio 2014-2017.

Una scadenza che però riguardava solamente la parte cartacea,ovvero i Modelli A1, A2 e A2bis, dapresentare tramite posta elettronica certificata, via posta tramiteraccomandata a/r oppure a mano presentando la domanda direttamente presso gliuffici dell'istituto scolastico scelto.

Adesso rimane da presentare il famigerato Modello B, sul quale è regnata tantaconfusione.

Per questo Modello, infatti, è prevista la presentazioneesclusivamente con modalità telematica,da effettuare attraverso la sezione “Istanze OnLine” del sito del Ministerodell’Istruzione.

Ricordiamo che attraverso il Modello B sarà possibile, indistintamentedella fascia di appartenenza, indicare la scelta degli istituti scolastici, fino ad un massimo di 20,appartenenti tutti alla stessa provincia, ai quali indirizzare le domande giàconsegnate. Per ulteriori informazioni e approfondimenti vi invitiamo sempre consultare con attenzione il bando ufficiale.

Dal 22 maggio (data di uscita del bando) al 23 giugno (datadi scadenza del bando), il Modello B non è mai stato presente nell’appositasezione del sito e questo ha creato allarmismi tra gli aspiranti docenti checontinuavano a chiedersi il perché di questo ritardo.

Poi la nota chiarificatrice da parte del Ministero(nota del 30 Maggio 2014) a puntualizzare che la scadenza del 23 giugno è riferita esclusivamente i modelli A1, A2 e A2bis.

Adesso, però, pare essere arrivato il momento di compilareanche il Modello B. Le ultime indiscrezioni provenienti dal Ministero indicanonei primi giorni del mese di luglio il periodo in cui il Modello potrebbefinalmente essere disponibile nella sezione Istanze OnLine.

C’è chi azzardaanche la data del 3 luglio 2014 comegiorno di avvio alla compilazione.

Per adesso nulla diufficiale. Bisognerà, in attesa di nuovi sviluppi, continuare a teneresotto osservazione il sito del Ministero e la sezione Istanze OnLine.