La riforma delle Pensioni adottata dal Governo Renzi prosegue a passo di lumaca, lasciando nel limbo le categorie dei Quota 96 e degli esodati.

Mentre tutti iniziano a perdere la fiducia nel Governo, anche a motivo di ciò che potrebbe accadere al TFR con le pensioni anticipate, Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro, afferma che questa sarà per gli esodati una settimana importante, per l'esattezza usa il termine 'decisiva'.

Buone notizie sembrano esserci anche per i Quota 96, i circa 4 mila docenti a favore dei quali lo stesso Daminano continua a fare pressioni sul Governo. Questi attendono con ansia il provvedimento che permetterà loro di andare in pensione entro il mese di settembre 2014.

Pensioni 2014, esodati

Damiano ha detto che in settimana si adotterà il provvedimento necessario a salvaguardare 32.000 lavoratori esodati, il che richiederà una spesa di più di undici miliardi di euro.

Si tratta di un passo in avanti molto importante, ma purtroppo non decisivo per tutti.

Pensioni 2014, Quota 96

Oltre che dalle parole di Damiano, per i Quota 96 arriva un velo di speranza dalle parole del ministro Giannini, che parlando dei vantaggi del prossimo concorso scuola, ha affermato che questo, insieme al pensionamento della categoria dei Quota 96, permetterà di fare nuove assunzioni all'interno della scuola italiana.

Ciò ha lasciato intendere che il provvedimento per il pensionamento della categoria Quota 96 è in programma a breve.



La discussione sulle due questioni è iniziata oggi alla Camera, e si spera che questa sia la volta buona.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto