La nota del Miur datata 7 luglio 2014 n. 6870, indica le date di scadenza per presentare le domande di utilizzazione e di assegnazione provvisoria dal personale che è interessato.

Ecco quali sono le scadenze indicate.

Pubblicità

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, nota Miur: scadenze

  • 11 - 21 luglio: scadenze per i docenti della Scuola dell'infanzia e primaria, che dovranno presentare la domanda solo tramite la modalità istanze on-line del sito del Miur;
  • 24 - 30 luglio: scadenze per i docenti della scuola di I e II grado, che dovranno presentare la domanda solo tramite la modalità istanze on-line del sito del Miur;
  • 25 luglio: scadenza per il personale educativo e il personale docente di religione cattolica, che dovranno presentare la domanda tramite il modello cartaceo;
  • 12 agosto: scadenza per il personale Ata, che dovranno presentare la domanda tramite il modello cartaceo.

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, nota Miur: i modelli

I modelli da prsentare per le istanze variano in base all'incarico del docente.

Ecco quali utilizzare:

  • modello U1 - docente scuola dell'infanzia
  • modello U2 - docente scuola primaria
  • modello U3 - docente scuola secondaria primo grado
  • modello U4 - docente scuola secondaria secondo grado
  • modello UN - personale ATA
  • modello UR1 - docente religione cattolica della scuola dell'infanzia e primaria
  • modello UR2 - docente religione cattolica della scuola secondaria primo e secondo grado
  • modello UE - personale educativo

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie, nota Miur: dove inviare i modelli

Le domande di utilizzazione devono essere indirizzate all'Ufficio competente della provincia di titolarità, per il tramite del dirigente scolastico dell'istituto di servizio.

Le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione in una provincia diversa devono essere presentate sia all'Ufficio competente della provincia richiesta che, per conoscenza, all'Ufficio competente della provincia di titolarità.

Pubblicità

Le domande di assegnazione provvisoria e di utilizzazione dei docenti di religione cattolica devono essere presentate alle Direzioni Regionali competenti (il territorio dove si trova la Diocesi richiesta).

Il docenti che intendono presentare domanda anche per un diverso ordine di scuola, devono rispettare la data di scadenza dell'ordine a cui appartengono.