In un'epoca sempre più social e in cui la condivisione è il pane quotidiano, la nuova frontiera del mercato del lavoro è il coworking. Un'idea di lavoro che si fonda sulla condivisione non solo di uno spazio, ma anche di valori, modalità di azione e progetti. Avvocati, medici, psicologi, assistenti sociali, giornalisti, educatori, commercialisti, consulenti del lavoro e molte altre categorie professionali nel prossimo futuro potrebbero decidere di unirsi per condividere spazio e lavoro.

Maggiore possibilità di sfruttamento del coworking è dedicata dunque ai professionisti, in cui è possibile condividere innanzitutto uno spazio di lavoro, un luogo, un ufficio, in cui poter svolgere la propria attività lavorativa, pur mantenendo la propria autonomia.

La condivisione si allarga a ciò che comunemente si trova in uffici e posti di lavoro, dal mobilio alle strumentazioni informatiche, alle macchine quali fotocopiatrici e fax, fino alla documentazione che potrebbe inquadrarsi nello stesso regime di qualità.

Proprio quest'ultimo aspetto è quello che rende il coworking interessante, la possibilità di condividere non solo spazi fisici e materiale di uso e consumo, ma anche idee e comportamenti etici che possano dare maggiore qualità e sostegno alla propria professione. Inoltre il supporto tra professioni potrebbe consentire, nella condivisione di una visione comune, di evitare di attingere a consulenze esterne e "anonime" quando c'è nella stanza accanto o al piano superiore un professionista fidato che abbraccia una stessa filosofia di pensiero.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

La condivisione si allarga finanche alle risorse umane, i servizi di segreteria, di sicurezza o di comunicazione potrebbero aiutare i professionisti che non si troveranno più soli a condividere spese non indifferenti. Tra i vantaggi che maggiormente rendono il coworking positivo c'è proprio l'abbattimento delle spese di gestione di studi e uffici, con la condivisione delle spese quali affitto, carta, toner, connessioni web, telefonia, aggiornamento e ulteriori strumentazioni e servizi.

Allo stesso tempo il coworking consente di distribuire i costi del personale dipendente a più professionisti che potranno risparmiare bilanciando i carichi di lavoro.

Ulteriori vantaggi possono essere individuati nella condivisione della clientela. Coloro che si rivolgono ad un professionista saranno incoraggiati, per ulteriori esigenze, a rivolgersi al collega del coworking che, oltre alla comodità di trovarlo nello stesso luogo, potranno riscontrare una visione comune di lavoro.

Ciò potrà portare a fornire maggiore fiducia ad un professionista magari appena conosciuto, ma con la consapevolezza che condivide quanto l'ha portato ad essere cliente del collega del coworking.

Tra gli svantaggi , nelle prime esperienze di coworking, sono stati riscontrati problemi di convivenza, soprattutto tra professionisti provenienti da aree lavorative diverse che magari hanno difficoltà a trovare punti di contatto e visioni comuni.

Problema di minore entità è l'affollamento delle sale d'aspetto che potrebbe scoraggiare l'ingresso di nuovi clienti ma a cui si può ovviare ben specificando che la gente che attende potrebbe non fare la fila per lo stesso professionista e che quindi l'accesso ai servizi potrebbe essere facilitato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto