In Italia, il governo Renzi, ha introdotto un ulteriore social card, chiamata "straordinaria", che si affianca alla vecchia social card ordinaria istituita dal governo Berlusconi qualche anno fa. Mentre per la carta acquisti ordinaria era dedicata ad anziani, pensionati, famiglie a basso reddito con bambini sotto i 3 anni, quella straordinaria amplia la categoria di riferimento inserendo nell'elenco anche i disoccupati. Questa manovra secondo il premier Renzi è funzionale soprattutto all'azione di rilancio del Welfare, da anni trascurato in Italia.

Social card ordinaria 2015 : cos'è e quali sono i requisiti per richiederla

La social card ordinaria, è una semplice carta ricaricabile dove ogni bimestre vengono caricati 80€ ( 40€ al mese) per un totale di 480€ all'anno. Questi soldi, posso essere usati dalle famiglie meno abbienti per gli acquisti alimentari di tutti i giorni, per il pagamento delle bollette e per l'acquisto di farmaci. I soldi vengono caricati ogni bimestre dall'INPS e posso essere spesi entro i 4 mesi successivi al ricevimento. La social card ordinaria 2015 può essere richiesta dai:

Cittadini italiani con almeno 65 anni con un reddito annuo ISEE che non superi i 6795,38€. Oltre al reddito altri parametri da rispettare sono:

  • Non aver intestata più di un utenza domestica (acqua,luce e gas)
  • Non aver intestata più di un auto o moto
  • Non aver intestata più di un'unità abitativa
  • Non essere ricoverato in strutture assistenziali.

Cittadini italiani sposati con all'interno del nucleo familiare un bambino con età inferiore a 3 anni e che rispettino i seguenti parametri:

  • reddito ISEE inferiore ai 6795.38€
  • non aver intestata più di un utenza domestica (acqua,luce e gas)
  • non aver intestata più di un auto o moto
  • non aver intestata più di un'unità abitativa.

Cittadini stranieri con permesso di soggiorno che soddisfino i requisiti elencati nelle altre due categorie.

Social card straordinaria 2015 : cos'è e quali sono i requisiti per richiederla

Rispetto alla social card ordinaria, quella straordinaria è rivolta ai cittadini disoccupati. Oltre ad essere rivolta ai cittadini disoccupati, la social card straordinaria prevede una ricarica mensile che va dai 231 ai 400 € al mese a seconda del reddito ISEE e dei componenti del nucleo familiare.

Altra differenza sostanziale tra le due tipologie di carte acquisti, sono anche i requisiti, infatti per richiedere al social card straordinaria bisogna rispettare i seguenti:

  • essere cittadini italiani o comunitari o extracomunitari
  • presente nel nucleo familiare almeno un minore di 18 anni
  • presente nel nucleo familiare un membro in età da lavoro -tra 15 e 66 anni disoccupato e che abbia perso il lavoro negli ultimi 36 mesi
  • risiedere da almeno un anno nel Comune in cui si fa domanda
  • reddito ISEE non oltre i 3000€ e un patrimonio mobiliare valido sotto gli 8000 €
  • non percepire più di 600€ al mese di indennità previdenziali o assistenziali
  • non avere un autoveicolo immatricolato nell'ultimo anno ne avere un auto (immatricolate negli ultimi tre anni) superiore ai 1300cc o una moto oltre i 250cc.

Social Card ordinaria e strordinaria come farne richiesta:

La procedura di richiesta della carta acquisti ordinaria è molto semplice.

Basta recarsi in un ufficio postale e compilare l'apposito modulo che poi verrà inoltrato all'INPS. Mentre per la carta acquisti straordinaria,il Ministero del Lavoro non ha ancora reso possibile l'inoltro la domanda, quindi è consigliabile chiedere informazioni al proprio comune di appartenenza o agli uffici di posta italiane, sulla data effettiva dell'apertura delle domande.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto