Riprendono oggi i lavori in Commissione Lavoro alla Camera sulla proposta di riforma pensioni da presentare al governo Renzi. In discussione sono i due ddl a firma Cesare Damiano, il n. 857 sulla quota 97 e il n. 2945 sulla quota 100, la revisione della normativa per quanto riguarda la cosiddetta opzione donna, la questione dei benefici previdenziali per le madri lavoratrici e per quelle che assistono disabili. Sullo sfondo, c'è il timore dell'Europa: il problema è se la UE e le sue istituzioni accetteranno o meno modifiche tanto sostanziali all'impianto della riforma Pensioni Fornero che piace molto all'Europa, nonostante quelle che Cesare Damiano ha chiamato anche ieri "macroscopiche ingiustizie".

Riforma pensioni, governo Renzi: i temi di discussione, news 15-04

Il Presidente della Commissione Lavoro, Cesare Damiano, ha ribadito che l'intenzione sarebbe quella di giungere ad una proposta di riforma pensioni quanto più condivisa da tutte le forze politiche, in maniera tale da essere accolta ed "eseguita" dal governo Renzi. La discussione verte su tutta una serie di punti. In primo luogo verranno affrontate le proposte di reinserimento del sistema delle quote all'interno del meccanismo previdenziale: la prima riguarda la Quota 97, a partire dai 62 anni di età e 35 anni di contributi, con penalizzazione dell'8% ma con riduzioni crescenti che si azzerano al compimento dei 66 anni d'età; la seconda concerne la Quota 100, a partire da 62 anni d'età e 38 anni di contributi, senza alcune forma di penalizzazione dell'assegno.

In secondo luogo, si discuterà dell'estensione oltre il 2015 della cosiddetta opzione donna e, sempre sul versante dell'età pensionabile, si affronterà la questione dello stop all'innalzamento che per il 2016 prevede, per le lavoratrici, il raggiungimento del requisito anagrafico a partire dai 65 anni e 7 mesi per le dipendenti e 66 anni e 1 mese per le autonome. Infine, saranno affrontati anche i temi del riconoscimento di maggiori benefici ai fini previdenziali per le lavoratrici madri e per le donne che assistono familiari con invalidità al 100%.

Riforma pensioni, governo Renzi: il pericolo è l'Europa, news 15-04

Sull'insieme di questioni che verranno affrontate e proposte al governo Renzi, è intervenuto Cesare Damiano, il quale ha sostenuto non soltanto la necessità ma anche la "fattibilità" di una riforma pensioni che elimini le ingiustizie più gravi della legge Fornero. Il problema riguarda da un lato le risorse dall'altro l'Europa.

Secondo il Presidente della Commissione Lavoro, i fondi ci sarebbero e andrebbero presi dal "tesoretto" realizzato con la mancata indicizzazione delle pensioni avvenuta in questi anni. L'unico timore resta l'Europa e la domanda che si pone Damiano è molto semplice: è possibile riformare l'impianto previdenziale senza allarmare l'Europa?

È tutto con le ultime news sulla riforma pensioni del governo Renzi. Per ricevere aggiornamenti sulle questioni previdenziali e di politica economica, cliccate su "Segui" posto in alto poco al di sopra del titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!