Dopo una giornata molto intensa alla Camera, l'art. 10 della riforma Scuola ha visto rinviare alla giornata di oggi la discussione parlamentare: il nodo riguarda il piano assunzioni con l'inserimento degli idonei del 2012 e le caratteristiche del concorso scuola 2015. La giornata è stata caratterizzata da una vera e propria bagarre: lo scontro si è avuto soprattutto su alcuni emendamenti che, a firma Gelmini, chiedevano l'inserimento dei docenti abilitati TFA e PAS nel piano assunzioni; dopo l'intervento dell'ex ministro è stata la volta dell'on.

Ghizzoni del PD che, quasi si trattasse di una questione personale, ha detto che attendeva da tempo un emendamento del genere per votare contro. Il M5S si è astenuto dal voto, suscitando enorme malcontento.



Art.10 della riforma scuola, idonei 2012 e concorso scuola 2015, news 19-05

Gli emendamenti accolti all'art. 10 della riforma scuola 2015 riguardano soprattutto gli idonei del concorso scuola del 2012: in nottata, è arrivata la notizia che l'emendamento di Umberto D'Ottavio del PD è stato accolto e prevede l'inserimento nel piano assunzioni degli idonei a partire dal 1 settembre 2016 e valido anche per gli anni successivi fino all'esaurimento dei soggetti aventi diritto.

Si scatenano le polemiche: gli abilitati TFA ritengono di aver subito un torto in quanto loro avrebbero superato un concorso, quello in ingresso, mentre gli idonei non l'avrebbero mai superato. Polemica anche con gli abilitati SISS che, pur avendo affrontato un percorso del tutto simile, sono stati accolti nella GaE mentre gli abilitati TFA e PAS non lo sono stati. Ma qual è il destino dei docenti abilitati della II fascia delle Graduatorie d'Istituto?

Il concorso scuola 2015 che vedrà la pubblicazione del bando entro il 1 ottobre e che vedrà 60mila posti messi a disposizione.



Chi può partecipare al concorso scuola 2015, polemiche sulla riforma e news 19-05

Il concorso scuola 2015, secondo quanto previsto dalla riforma scuola di Renzi, sarà bandito il 1 ottobre e potranno parteciparvi soltanto i docenti abilitati. Si tratta di una soluzione che riesce a scontentare tutti: da un lato vi sono gli stessi insegnanti con abilitazione TFA e PAS che ritengono profondamente ingiusto il trattamento subito e che proseguiranno nella via giudiziaria dei ricorsi, la motivazione sta anche nel fatto che si perderà anche la possibilità delle supplenze e dunque, di fatto, dall'anno prossimo sarà difficile lavorare (si tratta di docenti che hanno tra i 30 e i 40 anni di età di media); dall'altro vi sono i semplici laureati che, di fatto, dovranno abbandonare ogni speranza: se le assunzioni saranno circa 100mila e poi ci saranno gli idonei del 2012 e poi i 60mila posi messi in palio per il concorso scuola, è chiaro come un prossimo concorso non possa arrivare prima di parecchi anni.



È tutto con le ultime news sulla riforma e sul concorso scuola 2015. Per rimanere aggiornati su questa materia, cliccate su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!