Con la riforma Scuola 2015 di Renzi, nelle scuole italiane dovrebbero arrivare un po' di soldi. Si tratta di una parte della propaganda del Governo, che forse a causa di altri fattori principali è stata accantonata. Ma in definitiva, quanti soldi arriveranno negli istituti? É stato Faraone a trattare questa tematica, dicendo che arriveranno 3 miliardi di euro, a dimostrazione del fatto che 'questo governo investe nella scuola'. Ma questi non sono gli unici fondi destinati alle scuole.

Pubblicità
Pubblicità

I fondi destinati alla scuola con la riforma di Renzi

Faraone ha spiegato che senza fondi, l'autonomia non è attuabile. Ecco perché i finanziamenti arriveranno cospicui. Innanzitutto, si parla dei fondi di funzionamento, quelli che permettono agli istituti di organizzarsi e comprare il materiale necessario. Con la riforma scolastica che dovrebbe essere approvata domani, gli stanziamenti a questo scopo sono cresciuti, arrivando da 111 milioni dell'a.s.

Pubblicità

2013/14 ai 123 milioni a partire dal 2016. Ogni scuola a partire da settembre avrà a sua disposizione 15mila euro in più rispetto allo scorso anno. Secondo il sottosegretario del Miur, nessuno dovrebbe poter dire che non c'è denaro 'nemmeno per la carta igienica'. Poi si passa all'innovazione digitale che, a detta di Faraone, eliminerebbe la differenza tra scuole di serie A e scuole di serie B. Con la riforma tutti gli Istituti avranno a disposizione le stesse risorse digitali, ottenendo a questo scopo circa 10mila euro in più nel 2015 per attivare progetti tecnologici o acquistare materiale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola Matteo Renzi

Dal 2016 i fondi scenderanno a 3500 a regime. E infine, Faraone ha parlato della card docenti, contenente 500 euro per la formazione personale. Questo dovrebbe alzare il livello qualitativo delle scuole. A tutto questo si aggiungono i fondi per l'edilizia scolastica, quelli per permettere l'alternanza scuola - lavoro e quelli per valorizzare il merito. Il sottosegretario sottolinea che si tratta di investimenti costanti, e non destinati ad un solo anno. Peccato che i docenti stanno già programmando diversi tipi di ricorso contro questo DDL.

I soldi compensano tutti i nei della riforma scuola?

Purtroppo è fin troppo semplice capire che il denaro non può compensare tutti i nei della riforma scuola 2015. I docenti e i sindacati continuano la loro protesta e poco importa se arriveranno tanti soldini. La scuola ha bisogno di tante altre cose, oltre che dei fondi.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto