Continua l'acceso dibattito nelle aule parlamentari e in Commissione Lavoro su come modificare il sistema previdenziale in Italia, in un momento di grave crisi economica documentata da diverse indagini statistiche, le quali hanno messo in evidenza un aumento della disoccupazione giovanile. Negli ultimi giorni, probabilmente, si è parlato in maniera più approfondita su come modificare l'attuale legge pensionistica in vigore, la riforma Fornero, approvata nel 2011 dal Governo Monti ed entrata in vigore dal primo gennaio 2012.

Pubblicità

Accantonati, per il momento, i sistemi Quota 100 e Quota 97 con penalizzazioni

Certamente, gli incontri avvenuti in queste ultime ore hanno portato ad un nulla di fatto anche perchè, a questo punto dell'anno, si aspetta la pausa estiva. La questione pensionistica verrà ripresa, con ogni probabilità, nel mese di settembre, comunque prima della discussione che porterà all'approvazione della Legge di Stabilità 2016. Accantonati, per il momento, i sistemi di uscita flessibile Quota 100 e Quota 97 con le penalizzazioni, entrambi proposto dal presidente della Commissione Lavoro alla Camera Damiano, dato che sono stati ritenuti troppo dispendiosi per le casse finanziarie, secondo quanto riportato dal sito internet pensionioggi.it.

L'Unione Europea appoggia la riforma Fornero per la sostenibilità economica che garantisce

Anche l'Unione Europea appoggia questo atteggiamento da parte delle istituzioni italiane. Infatti, Bruxelles vorrebbe che le norme pensionistiche italiane rimanessero invariate dato che sono in grado di fornire quella sostenibilità economica garantita dalla legge Fornero. Come si comporterà il governo, guidato dal premier Matteo Renzi? Il presidente del Consiglio, a conclusione della Festa dell'Unità di Milano, avvenuta nei giorni scorsi, ha ribadito la necessità di aumentare le pensioni minime per garantire un migliore sostegno economico ai pensionati e la possibile introduzione di qualche sistema di uscita flessibile che possa abbassare i requisiti pensionistici.

Pubblicità

Vedremo nei prossimi mesi cosa succederà in merito alla riforma delle norme pensionistiche.