Dopo la pubblicazione dei risultati del test di Medicina 2015 il 22 settembre, dopodomani, venerdì 2 ottobre, nuovo importante appuntamento per migliaia di aspiranti medici. Che cosa succederà in questa data? Perché è così importante? Quali novità attendono i futuri studenti universitari. In attesa di conoscere la pubblicazione della graduatoria nazionale ufficiale, scopriamo perché la data del 2 ottobre è cruciale per la gran parte dei ragazzi che ha preso parte al test d'ingresso.

Un nome – Venerdì 2 ottobre i candidati del test di Medicina 2015 potranno visionare il proprio compito sul portale Universitaly con il punteggio e il modulo anagrafica.

Pubblicità

Una novità sostanziale rispetto alla pubblicazione in forma “quasi” anonima del 22 settembre, quasi perché i nomi dei candidati erano camuffati con il codice etichetta in modo da garantire l'anonimato ai candidati. L'etichetta della discordia potremmo definirla, viste le innumerevoli proteste degli stessi studenti, che hanno ritenuto del tutto inutile la pubblicazione di otto giorni fa.

La protesta – Parole dure in merito alla procedura del test d'ingresso di Medicina di quest'anno sono arrivate dalla stessa Unione degli Universitari, che ha affermato come gli studenti non hanno potuto conoscere qual è il proprio compito non avendo ricevuto alcun codice di riconoscimento della loro prova.

L'Unione degli Universitari ha tenuto a precisare che tale ritardo ha causato non pochi problemi economici alle famiglie degli studenti fuori sede.

Le ultime – Intanto su Repubblica Tv è possibile vedere un video relativo alle irregolarità durante il test di Medicina e le dichiarazioni dell'avvocato Francesco Leone, che insieme a Run (Rete Universitaria Nazionale) ha incontrato gli studenti dell'Università di Tor Vergata di Roma. Nel video si distingue chiaramente una ragazza intenta a rispondere alle domande del test aiutandosi con lo smartphone.

Pubblicità

Tra le altre cose l'avvocato Leone denuncia la violazione per il quarto anno consecutivo dell'anonimato delle prove.

Ultima spiaggia – Anche coloro che non sono risultati idonei a passare il test di Medicina 2015 possono sperare di potersi immatricolare per l'anno accademico '15-16. Come fare? Qualora il candidato abbia riscontrato delle irregolarità può presentare ricorso al Tar entro 60 giorni dalla data in cui sono state pubblicate le graduatorie. Per il ricorso occorrerà contattare un avvocato per spiegare le ragioni della vostra “protesta”, indicare l'università in cui è stato svolto il test d'ingresso ed il nome di uno studente che ha superato la prova.