"La settima salvaguardia degli esodati è una scelta sacrosanta del Governo: esamineremo con cura il testo per capire chi è incluso e chi è ancora escluso": ad affermarlo è il Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, così come ripreso dall'agenzia d'informazione Ansa. L'esponente della minoranza Dem ha espresso in più occasioni la propria vicinanza a chi sta soffrendo una situazione di disagio a causa delle strette regole di accesso alla previdenza. In particolare, sul tema di chi nel 2011 è rimasto improvvisamente senza lavoro ed al contempo senza possibilità di accedere all'Inpsdopo l'approvazionedella legge Monti - Fornero, l'On.

Damiano ha manifestato la propria volontà di verificare la posizione di coloro che resterebbero esclusi dal conteggio di verifica proposto daitecnici governativi. "Secondo i dati dell'Inps, ne mancano ancora ventimila all'appello. Si tratta di persone che non possono essere abbandonate".

Pensioni e legge di stabilità 2016: sono attese verifiche parlamentari anche su opzione donna e no tax area

Stante la situazione, oltre al tema degli esodati restano comunque altri fronti previdenziali da affrontare all'interno della legge di stabilità.

A partire dalla verifica della sanatoria dedicata all'opzione donna, per la quale perl'On. Damiano è essenziale includere anche i soggetti che maturano il diritto negli ultimi tre mesi dell'anno in corso. La minoranza Dem si dice inoltre pronta ad avviare un monitoraggio sulle risorse effettivamente spese per queste misure di quiescenza, visto che le stime appaiono "a nostro avviso gonfiate come al solito".

Infine, sulla no tax area dei pensionati si chiede un intervento correttivo al fine di garantire la sua estensione già a partire dal prossimo anno, equiparandola così ai benefici già oggi in vigore per i lavoratori dipendenti. Mentre restano da correggere gli incentivi dedicati ai contratti a tutele crescenti, senza la limitazione dei due anni ed estendendo la relativadecontribuzione previdenziale.

Come da prassi restiamo a disposizione qualora desideriate commentare tramite l'apposita funzione le ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato. Mentre per restare aggiornati sui prossimi articoli riguardanti il tema della riforma pensioni 2016 vi ricordiamo la possibilità di utilizzare ilpulsante "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!