Lo sciopero dei treni indetto per la giornata di sabato 24 e domenica 25 ottobre è stato rimandato a data da destinarsi. Un dietrofront inaspettato quello del personale di Trenitalia, Trenord e Italo, che tramite nota ufficiale ha fatto sapereche 'Il Ministero dei Trasporti ha ordinato la mobilitazione ad altra data dello sciopero organizzato da CUT, CUB e USB, previsto per il 24 -25/10/2015'. Lacircolazione dei treni sarà perciò regolare anche per questo weekend.

Sciopero Trenitalia: revocato quello di sabato 24 e domenica 25 ottobre

Si allontana per tanti pendolari lo spettro di un fine settimana correlato da disagi nei convogli ferroviari. Non per altro, fino alle 18.00 circa di giovedì22 ottobre, i viaggiatori erano rassegnati a vivere un altro fine settimana di passione, a fronte dell'ennesimosciopero organizzato dal personale ferroviario,che prevedeva lo stop delle corse a partire dalle 21.00 di sabato 24 ottobre fino alle 21.00 di domenica 25 ottobre.Nulla di tutto questo, la situazione delle Ferrovie dello Stato torna alla normalità.

La mobilitazione dagli organi sindacali era stata indetta per dire no a fronte delletroppe 'ore di lavoro e ritmi stressanti', nonché contro il regime pensionistico, che designerebbe l'età pensionabile oltre ogni aspettativa media di vita da parte degli stessi dipendenti della strada ferrata. Come se non bastasse, i lavoratori di FS avrebbero sottolineato il loro dissenso nei confronti del Governo Renzi favorevole a privatizzare per gran parte il settore delle ferrovie.

Una situazione insostenibile che andrebbe a violare, di fatto, tutte le conquiste sindacali ottenute negli anni da parte dei dipendenti delle ferrovie.Una scelta cheporterebbe all'imparzialità delle concessioni e appalti. Unvincolo preoccupante, nel quale alcuni lavoratori delle Ferrovie dello Stato sono stati sostituiti con altri dipendenti privati esterni.

Scioperi treni, si replica a novembre?

Per il mese di novembre sono previste alcune mobilitazioni indette dagli organi sindacali delle ferrovie.

Nello specifico si tratterà di scioperi solo a livello regionale.Attesa per il 6 novembre 2015 la mobilitazione di Trenord, che dovrebbe causare deidisagi ai treni milanesi e quelli della regione Lombardia per 8 ore. Poi il 12 e 13 novembre ci sarà la protesta dei dipendenti di Trenitalia nella regione Piemonte. Infine, ancora il 13 novembre è stato programmato lo sciopero di RFI di 8 ore, che dovrebbe fermare i convogli ferroviari della Toscana.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Ad ogni modo, per ogni tipo di aggiornamento, vi invitiamo a controllare i siti ufficiali di Trenitalia, Italo e Trenord.

Segui la nostra pagina Facebook!