Prosegue l'infuocato dibattito pubblico sulla riforma delle pensioni, specie alla luce di quanto fin qui emerso in campo previdenziale in Legge di Stabilità. Molti, forse troppi, i lavoratori ancora insoddisfatti dalle modifiche insite nell'attuale Finanziaria 2016, sebbene diversi emendamenti siano ancora in discussione alla Camera. Per fare il punto sul frontePensioniad oggi 27/11 abbiamo intervistato l'Onorevole Maria Luisa Gnecchi, capogruppo dellaXI commissione Lavoro alla Camera dei Deputati,ecco quanto emerso dalle sue parole.

Ultime riforma pensioni Renzi, news Gnecchi : intervista esclusiva sullo stato dell'arte

-Prosegue l'iter di discussione della Legge di Stabilità alla Camera, a che punto è ad oggi 26/11 la parte relativa agli emendamenti riguardanti la previdenza?

La Commissione Lavoro della Camera ha votato gli emendamenti da portare alla Bilancio per quantoconcerne la legge di Stabilità. Tra questi, è bene precisare, chealcuni di quelli presentati dal Pd hanno già ottenuto voto unanime dalla Commissione.Tra gli emendamenti votati all'unanimità vi sono, ad esempio,quellirelativi adOpzione Donna che permette alle donne che compiono 57 e 58 anni entro il 31.12.15 di andare in pensione usufruendo della 243/2004, la richiesta è dunquequella di eliminare i 3 mesi di incremento dell'aspettativa di vita cheterrebbero fuori le nate nel IV trimestre del 58; al monitoraggio, quindi un reale contatore, delle lavoratrici cheopterannorealmente per il regime sperimentale Maroni e, di conseguenza,delle risorse che saranno realmente necessarie a tal fine; alla possibilità di cumulareil riscatto della laurea con il congedo facoltativo di maternità; all'estensione della disoccupazione per co.co.co.

e co.co.pro. fino a tutto il 2016; al conteggio dei periodi di maternità ai fini dei premi aziendali di produttività. Oltre a quelli sopra menzionati, sono stati approvati ulteriori emendamenti che puntano al miglioramento della 7°salvaguardia ripristinando alcune situazioni che erano presenti nel nostro testo in Commissione e non nel testo della legge di stabilità del Governo (si pensi agli edili in mobilità, penalizzazioni, lavoratori di aziende fallite, lavoro domestico).

Approvate,altresì, misureche riguardanole piccole imprese (contratti di solidarietà) e l'estensione fino alla fine del 2016 della normativa concernente gli ammortizzatori sociali al fine di tutelare il lavoro stagionale. Saranno presentati invece alla Commissione Bilancio gli emendamenti relativi all'anticipo al 2016 della no tax area, misuraquesta che 'tocca da vicino ' i pensionati.

-La flessibilità, stando a quanto annunciato da Poletti, è ormai rinviata al 2016.

A suo avviso come bisognerebbe affrontare tale nodo critico rimasto irrisolto nella Legge di Stabilità? Sarebbe favorevole, ad esempio, alla concessione della quota 41 per i lavoratori precoci?

La nostra proposta in commissione prevede 41 anni per tutti quindi è ovvio che ne sono convintamente favorevole, ma è solo una parte di quello che dobbiamo riuscire a fare, perché il problema vero per le donne è stato l'innalzamento senza gradualità dell'età per la pensione di vecchiaia, sono infatti poche le donne che potranno comunque arrivare a 41 anni.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Segui la nostra pagina Facebook!