Saranno più di 30 mila i presidi, gli insegnanti e gli impiegati Ata che potranno fare domanda di pensione con decorrenza dal settembre del 2016. In realtà, il personale che avrebbe potuto presentare domanda di pensione per il prossimo anno sarebbe stato il doppio se fossero ancora in vigore i requisiti previsti dalla normativa antecedente alla legge Fornero del 2011.

Pensioni scuola, ancora pochi giorni per usufruire dell’opzione donna: chi può richiederla

In ogni caso, per un numero più preciso, occorrerà attendere il 31 dicembre 2015 quando scadrà la possibilità, per le lavoratrici, di usufruire della finestra di pensione anticipata tramite l’opzione donna: si parla di alcune migliaia di contribuenti che, a fine anno, avranno accumulato i requisiti di età (57 anni e tre mesi per le dipendenti del settore pubblico) e di contribuzione (non meno di 35 anni) accettando, però, di vedersi ridurre l’assegno pensionistico in base al ricalcolo con il solo metodo contributivo.

Scuola, chi potrà fare domanda di pensione con i requisiti pre-Fornero

Dei 30 mila dipendenti della Scuola che potranno presentare domanda di pensione per il 1° settembre 2016, circa una metà è rappresentata da personale di ruolo che al 31 dicembre del 2011 aveva raggiunto i requisiti di età e di versamenti, sia per la pensione di anzianità che per quella di vecchiaia, previsti dalla normativa in vigore prima della legge Fornero. Pertanto, prima della riforma, erano necessari i 60 anni di età e 36 di contributi (quota 96) o, in alternativa, 61 di età e 35 di versamenti oppure, ancora, almeno 40 anni di contributi al di là dell’età. Per le sole donne, invece, occorreva un’età di 61 anni e minimo 20 di anzianità contributiva.

Dunque, rientreranno in questa categoria insegnanti e personale amministrativo, tecnico ed ausiliario, che al prossimo 31 agosto, o comunque entro la fine del 2016, avranno compiuto i 65 anni e 3 mesi o avranno già versato i 40 anni di contributi.

Il quotidiano Italia Oggi specifica, invece, che al momento non c’è un numero esatto di quanti potranno andare in pensione con i requisiti pre-Fornero maturati però in un arco di tempo ben definito, ovvero tra la fine del 2011 e il 31 dicembre 2016.

Docenti e Ata in pensione anticipata o di vecchiaia con la normativa vigente: ecco i requisiti

L’altra metà di chi potrà fare domanda di pensione entro il 22gennaio 2016 è costituita da personale che rientra nell’attuale normativa: al 31 agosto prossimo o, comunque, entro la fine del 2016, dovranno possedere 42 anni e 10 mesi (un anno in meno per le lavoratrici) di contributi per accedere alla pensione anticipata.

Per la pensione di vecchiaia, invece, occorreranno 66 anni e 7 mesi e minimo 20 ani di contributi.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!