I precari della Scuola proseguono la propria protesta contro i bandi per il concorso scuola 2016: uno dei nodi ritenuti più controversi e contraddittori riguarda lo svolgimento delle prove e i programmi da studiare. Regna la confusione: il Miur aveva assicurato che avrebbe recepito le richieste del CSPI e delle associazione di docenti precari e avrebbe predisposto delle prove puramente a carattere metodologico-didattico. Così, in effetti, non è stato e, pur essendo cambiate alcune formule, secondo i diretti interessati è cambiato ben poco rispetto alle prime bozze divulgate: ecco, insomma, come dovrebbero svolgersi le prove su classe comune e su sostegno e quali sono le maggiori criticità.

Le prove per il concorso scuola 2016 su classe comune

Per quanto riguarda coloro che parteciperanno al concorso scuola 2016su classe comune, ecco quali saranno le caratteristiche delle prove:

  • la prova scritta ha durata di 150 minuti e prevede 8 quesiti: 6 di essi saranno a risposta aperta e verteranno su competenze di carattere metodologico, didattico, organizzativo e legislativo inerenti alla propria classe di concorso – in parole povere, bisognerà possedere pienamente la propria disciplina (dunque, come nelle prime bozze) e in più occorrerà approfondire tutte le strategie pedagocico-didattiche richieste: insomma, in poco più di un mese, bisogna essere preparati su tutto, richiesta considerata 'folle' per la mole immensa dei programmi (senza considerare anche le 'Avvertenze Generali'); le altre 2 domande rimanenti saranno in lingua e a risposta multipla, al candidato è richiesta una preparazione a livello B2
  • la prova orale ha durata di 45 minuti (una simulazione di lezione della durata di 35 minuti e 10 minuti di colloquio con la commissione volta a verificare anche la competenza linguistica): questa tipologia di prova dovrebbe valutare il possesso delle conoscenze disciplinari e la capacità di utilizzare le giuste strategie didattiche – la contraddizione sta tutta nel fatto che le più moderne teorie pedagogiche sottolineano come non si possa non partire dal contesto specifico e sempre differente della comunità di apprendimento formata dalla classe: come si fa, in questo caso, a simulare realmente una lezione?

Classe di sostegno: come saranno le prove del concorso scuola 2016

Per quanto riguarda invece il sostegno, ecco come saranno le prove per il concorso scuola 2016:

  • la prova scritta ha la medesima durata e il medesimo numero di quesiti: le 6 domande a risposta aperta saranno sulle metodologie pedagogiche e didattiche da mettere in campo nelle differenti tipologie di intervento di sostegno in vista dell'inclusione scolastica; anche in questo caso le due domande in lingua dovrebbero essere a risposta multipla e la richiesta è sempre il livello B2 di competenza linguistica
  • la prova orale ha la medesima durata ma sarà volta a valutare le competenze del concorrente nelle attività che riguardano il sostegno dell'alunno che presenta disabilità – anche in questo caso la chiarezza è molto poca: nello specifico, cosa occorrerà fare o dire in questa prova?

Per aggiornamenti sul concorso scuola 2016 e le sue criticità, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!