Le ultime novità sulle pensioni precoci giungono da Roberto Occhiodoro, uno degli amministratori del gruppo 'lavoratori uniti a difesa dei propri diritti' che ci ha concesso in esclusiva questa intervista per aggiornarci sul presidio tenutosi ieri dinanzi a Montecitorio. Dalle parole positive di Occhiodoro si intende che la manifestazione è stata un successo, i lavoratori sono riusciti a parlare con diversi esponenti politici di spicco e ad incontrarela Commissione Lavoro, ecco tutte le novità direttamente dalla sue parole.

Nuove speranze per i precoci: obiettivo quota 41 ora più vicino

Ieri siete scesi in piazza a Montecitorio per chiedere al Governo la Quota 41 senza penalizzazioni e limiti anagrafici, al vostro fianco sono scese anche donne ed esodati per rivendicare i loro diritti, vi ritenete soddisfatti dell'affluenza?

Prima di tutto c'è da dire che in piazza eravamo davvero tanti: precoci, esodati opzione donna proroga al 2018, quota 96 per la scuola, e a tutti costoro vanno i più sentiti ringraziamenti per la partecipazione convinta e fattiva alla manifestazione.

Abbiamo appreso dai post apparsi sulla vostra pagina ufficiale facebook che nel corso della giornata siete stati ricevuti anche dai componenti della Commissione Lavoro, di cosa avete parlato durante dell'incontro?

Abbiamo incontrato anche la Commissione Lavoro nella sua interezza: cioè erano presenti i rappresentanti ditutte le forze politiche etutti si sono schierati a fianco delle nostre rivendicazioni e proposte; quindi almeno da quel punto di vista abbiamo il pieno appoggio di tutte le forze politiche.

Il cammino verso la realizzazione dei nostri obiettivi sarà certamente difficile e irto di ostacoli ma possibile. Adesso la palla da giocare é nelle nostre mani e dovremo essere bravi a tramutarla in gol (ed alcune idee già ce le abbiamo). Noi faremo il massimo che potremo fare, ma ripeto l'obiettivo ora è maggiormente possibile!

Roberto Occhiodoro ha discusso con noi anche della proposta di Emiliana Alessandrucci, presidente Colap, inerente la quota 41 con contributivo.

Per ragioni di spazio e vista la precisione nella lunga replica, vi rimandiamo alla lettura delle sue considerazioni nel nostro prossimo articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!