Il ministro Giannini aveva anticipato che al concorso Scuola 2016 sarebbero pervenute circa 200 mila domande. Così non è stato: le candidature inviate sono state 165.578, un numero che si discosta da quanto affermato dal ministro che rappresenta il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. C'è da domandarsi se un margine di tale entità non sia dovuto ai problemi riscontrati con la piattaforma on line preposta all'invio delle candidature.

Proprio a cavallo tra il 29 ed il 30 marzo, termine ultimo per l'invio della candidatura, il server ha subito un corto circuito. A causa della presenza di centinaia di docenti loggati nello stesso istante si è verificato un rallentamento o una reale impossibilità d'accesso.

Concorso a cattedra 2016

Ci sono probabilità che un terzo dei docenti riesca ad avere un contratto a tempo indeterminato prima della fine dell'anno.

Nel mentre il Miur sta subendo numerosi contraccolpi. Centinaia di migliaia di docenti (le nostre fonti riportano circa 20 mila) hanno fatto ricorso: chi è stato escluso dal concorso a cattedra è pronto a dare battaglia. Un primo ricorso è stato vinto da una docente che era rimasta esclusa dal concorso poiché non possedeva l'abilitazione. Grazie ai legali Saia e Leone la donna si è vista ammessa alle prove concorsuali.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

A stabilirlo è stato il Tar del Lazio. Questo caso potrebbe aprire le porte ad altri centinaia di figure già attive del comparto scuola che si sono viste, però, precluso l'ingresso al concorso. Le regioni dalle quali sono pervenute in numero maggiore di domande sono state le seguenti: 

  • Campania con 24.125 candidature
  • Lombardia con 22.630 candidature
  • Sicilia con 17.725 candidature
  • Lazio con 16.191 candidature.

I numerosi ricorsi potrebbero però vedere il numero dei partecipanti aumentare.

Va precisato che se i docenti non abilitati venissero ammessi in toto la credibilità del Miur subirebbe un calo. Il Miur avevo garantito l'accesso ai soli abilitati ed ha già avviato un ricorso per l'eventuale ammissione di docenti non abilitati. Va specificato che, in caso venisse disposta l'ammissione dei docenti non abilitati, ciò avverebbe solo per quei docenti che hanno fatto ricorso. Il termine utile per il ricorso scadeva il 30 marzo in concomitanza con la scadenza dell'invio della candidatura per il concorso 2016.

Il ricorso aveva un costo di 150 euro ed era attuabile rivolgendosi a qualsiasi associazione sindacale docenti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto