I 740 mila docenti di ruolo interessati ad ottenere il bonus docenti di 500 euro (che andrà dedicato all'auto-formazione) sono alle prese con la richiesta del codice digitale, lo Spid, necessario per poter rendere attiva la propria Cartadeldocente. Ci teniamo a ricordarvi che lo Spid, inoltre, vi consentirà di accedere, con un'unica username e un’unica password, ad un numero considerevole e sempre crescente di servizi pubblici. Come fare per spendere l'importo di 500 euro una volta attiva la carta? Come generare i buoni spesa da esibire agli esercenti convenzionati?

Nel dettaglio maggiori informazioni a riguardo.

Come funzionerà l'app del docente?

Il bonus di 500 euro potrà essere utilizzato soltanto dal momento di attivazione della carta (non prima del 30 novembre, anche se chi l'ha già speso potrà essere rimborsato). Dall'attivazione dell'app Cartadeldocente potrete spendere i 500 euro per acquistare tutto ciò che è indicato nella normativa presso i rivenditori autorizzati o enti certificati, il pagamento avverrà mediante l' esibizione alla cassa del buono spesa generato. Dove trovare gli esercenti autorizzati presso cui spendere il bonus docenti? Saranno gli stessi di quelli già attivi per il bonus dei diciottenni? Al momento Agi.it fa sapere che oltre mille esercenti hanno aderito al bonus Cultura per i diciottenni.

Tra i punti vendita che hanno aderito al bonus dei diciottenni (con molta probabilità saranno gli stessi per il bonus dei docenti) figurano le grandi catene come Feltrinelli e Mondadori che hanno una distribuzione capillare su tutto il territorio. Inoltre, è utile precisare che il progetto è stato lanciato in forma sperimentale, e molte aziende sono scoraggiate a registrarsi come esercenti per la farraginosa procedura di registrazione.

In linee generali l'app Cartadeldocente così come è al momento per l'app dei18enni dovrebbe permettervi di creare un buono spesa o voucher (che non farà scalare l’importo dal budget fino che non se ne usufruite) ogni volta che scegliete cosa comprare da un ipotetico elenco fornito direttamente dal Miur.