Sul tema della Manovra Fornero e dei nati del '52, "c'è una circolare Inca che noi ringraziamo e condividiamo, che mette in discussione i 7 mesi di aspettativa di vita perché giustamente il comma 15 bis parlava di 64 anni secchi e non prevede l'AdV". Lo ha dichiarato l'On. Maria Luisa Gnecchi durante la conferenza stampa che si è tenuta nel tardo pomeriggio di ieri a Montecitorio in merito alla circolare Inps 35 del 2012. "L'INCA aggiunge e ritiene che non si debba andare a 64 anni e 7 mesi, ma a 64 anni" ha quindi specificato la Parlamentare, ritenendo utile evidenziare l'intervento delle parti sociali.

"Vale la pena di sottolinearlo, perché se un patronato ritiene che sia possibile attivare contenziosi, noi ci sentiamo di informare che la norma esiste, di dire a tutti di fare domanda, di dire anche a tutti che qualora ricevano la respinta dall'Inps ci sono patronati disponibili a sostenere il contenzioso".

L'appoggio al contenzioso INCA su Aspettativa di Vita

In merito alla vicenda, arriva quindi una presa di posizione chiara dalla Commissione lavoro della Camera. "Noi sosterremo il contenzioso" ha dichiarato la Parlamentare Dem, sottolineando che "quella norma debba dare l'anticipo a tutte le donne del '52 e agli uomini che hanno perfezionato la quota 96 nel 2012.

Devono poter andare in pensione 2 anni e 2 anni e 7 mesi prima rispetto all'età per la pensione di vecchiaia".

Gli ultimi aggiornamenti in merito al confronto con il Ministero del Lavoro

"Al Ministro Poletti appena riconfermato abbiamo ricordato l'impegno che aveva già assunto con noi ed il MdL" ha quindi riportato l'On Gnecchi, ribadendo che in merito alla vicenda "ha sempre sostenuto che abbiamo ragione.

Noi ovviamente ci auguriamo che velocemente questa situazione venga risolta. In attesa della soluzione normale e naturale, vogliamo che le donne e gli uomini interessati siano informati e con noi si muovano perché venga riaffermato un diritto che per noi esiste come tale. Non siamo disponibili che venga messo in discussione da varie interpretazioni di circolari".

Come da nostra abitudine, vi ricordiamo la possibilità di aggiungere un nuovo commento nel sito, mentre per ricevere le prossime notizie sulle pensioni vi invitiamo ad usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!