In attesa della riforma previdenziale per la quale si attendono i decreti attuativi dopo gli incontri tra Governo centrale e sindacati, arrivano conferme per quanto riguarda la quattordicesima della pensione nel mese di Luglio e che interesserà circa 3,4 milioni di pensionati. La nuova prestazione previdenziale è stata confermata anche dall'Inps attraverso una comunicazione, diramata direttamente dal proprio sito, con la quale fornisce anche tutte le indicazioni necessarie per l'applicazione della normativa.

Pubblicità

Si tratta, in sostanza, di un'estensione prevista dalla Legge di Bilancio 2017. Vediamo adesso nel dettaglio a chi viene riconosciuta, a quanto ammonta e quando può essere percepita.

Pensioni, a chi spetta la quattordicesima

Come detto sono oltre 3,4 milioni i pensionati che avranno diritto alla quattordicesima che viene corrisposta una volta l'anno. Per percepirla è ovviamente necessario risultare in possesso di determinati requisiti, squisitamente previdenziali, che andiamo ad illustrare nel dettaglio:

  • Pensionati che abbiano superato i 64 anni di età
  • Reddito complessivo individuale non superiore ai 13.049,14 euro
  • Non si calcolano, ai fini dei requisiti, né il reddito del coniuge né i beni in possesso del pensionato qualora non facciano reddito

A quanto ammonta la quattordicesima

L'ammontare della quattordicesima per i pensionati varia in base agli anni di contributi.

Le soglie previste sono infatti tre: la prima con meno di 15 anni di contributi, la seconda compresa tra i 15 ed i 25 anni di contributi, la terza prevista con oltre 25 anni di contributi. A questo si aggiunge anche il reddito di ciascun pensionato (con redditi tra 1,5 e 2 volte il trattamento minimo) che prevede due ulteriori soglie: una prima prevista per pensionati con redditi inferiori a 9.786,86 euro annui ed una seconda compresa nella fascia tra 9.876,86 euro e 13.049,14 euro. Ecco quindi l'ammontare della quattordicesima:

  • Per i redditi inferiori a 9.876,86 euro: 437,00 euro con meno di 15 anni di contributi; 546,00 euro per chi abbia tra 15 e 25 anni di contributi; 655,00 euro con oltre 25 anni di contributi
  • Per i redditi compresi tra la soglia di cui sopra e i 13.049,14 euro: 366,00 euro, 420 euro e 504 euro in base agli anni di contributi versati secondo lo schema precedente.

Quando arriva la somma dall'Inps

Come anticipato sono circa 3,4 milioni i pensionati che avranno diritto alla quattordicesima.

Pubblicità

Precisamente saranno 2,125 milioni quelli con redditi fino a 1,5 volte il trattamento minimo e 1,25 milioni quelli con un reddito compreso tra 1,5 e 2 volte il minimo. Come fa sapere l'Inps la quattordicesima verrà corrisposta nel mese di luglio, in aggiunto al reteo mensile, oppure a dicembre. Il tutto dipende dal fatto se si sono maturati nel primo o nel secondo semestre del 2017 i requisiti per ottenerla.

Novità anche dalle pensioni anticipate, a chi spetta l'Ape social

Come annunciato in questi giorni, i decreti attuativi permetteranno di definire nei dettagli l'intero settore delle Pensioni.

Al momento i sindacati e il Governo si stanno interfacciando anche per la disciplina dell'Ape social, vale a dire le pensioni anticipate che spettano a determinate categorie di lavoratori.