Il concorso assistente giudiziario è forse uno dei Concorsi Pubblici più chiacchierati in rete. I ritardi e i continui slittamenti dello stesso hanno alimentato il malcontento di molte persone, tanto da lasciare con non poche perplessità i molti partecipanti. L'eccessivo numero di domande pervenute per la partecipazione al concorso e l'altissimo tasso di iscritti hanno fatto sì che il Ministero della Giustizia (responsabile della procedura concorsuale) si interrogasse spesso su come organizzare le diverse prove che vedranno, a partire dal prossimo mese, più di 300 mila candidati concorrere per aggiudicarsi uno degli 800 posti a tempo indeterminato come assistente giudiziario.

Pubblicità

Dopo tanti dubbi e perplessità comunque il Ministero ha deciso di mettere a disposizione dei partecipanti una banca dati, contenente i quesiti a risposta multipla della prima prova preselettiva.

Esce oggi la banca dati del Concorso assistente giudiziario: tutte le info

Come dichiarato lo scorso 4 aprile 2017 dal Ministero della Giustizia, oggi, giovedì 20 aprile, saranno rivelate sul sito web istituzionale le modalità con cui accedere alla banca dati contenente, come già accennato, i quesiti a risposta multipla da cui saranno estratte le domande d’esame della prova preselettiva.

Nello specifico ogni candidato potrà accedere alla propria aria riservata usando le stesse credenziali di accesso con le quali è stato possibile iscriversi inizialmente al concorso. Una volta effettuato l'accesso, a disposizione del candidato ci saranno migliaia di quiz - divisi per livello di difficoltà - grazie alle quali ci si potrà esercitare testando la propria competenza sulle materie oggetto d'esame, ovvero: elementi di Diritto Pubblico ed elementi di Diritto Privato.

Per evitare di avvantaggiare coloro i quali saranno chiamati a svolgere la preselettiva negli ultimi giorni, la banca dati sarà resa disponibile agli interessati solo per un determinato periodo, e cioè fino al 6 maggio 2017.

Pubblicità

Pretendere di riuscire ad imparare a memoria tutti i quesiti pubblicati dal Ministero è impossibile, ma poco importa poiché, pensandoci bene, il vero vantaggio per i partecipanti al Concorso in questo caso consiste nella possibilità di mettersi alla prova migliorando i propri tempi e colmando le proprie lacune. La preselettiva infatti sarà composta da 50 quesiti a risposta multipla, a cui il candidato dovrà rispondere entro 45 minuti (avendo perciò a disposizione meno di un minuto a domanda); il simulatore presente sul sito del Ministero in concreto darà dunque a tutti i partecipanti la possibilità di misurarsi con questa tipologia di domande e capire in questo modo il proprio grado di preparazione (e migliorarlo se necessario).