Torniamo ad aggiornare i lettori della nostra rubrica "Parola ai Comitati" con importanti aggiornamenti relativi all'interrogazione a prima firma dell'On Maestri, di cui vi abbiamo già parlato nelle scorse settimane. Vediamo insieme in che modo sta evolvendo la situazione nel nostro nuovo articolo di approfondimento.

Pensioni e lavoratori esodati: chiesta risposta scritta per l'interrogazione dell'On Maestri (Possibile)

Gli ultimi aggiornamenti sull'interrogazione riguardante i lavoratori rimasti esclusi dall'8va salvaguardia a prima firma dell'On Andrea Maestri (Possibile) e degli On.

Civati, Brignone, Matarrelli e Pastorino vedono la richiesta di trasformazione da risposta scritta a risposta in Commissione Lavoro. La replica è quindi attesa nella prossima settimana, indicativamente attorno alla giornata di giovedì 13 aprile 2017.

L'analisi della situazione in merito ai lavoratori esodati esclusi

Ricordiamo che l'interrogazione rivolta inizialmente al Governo prende spunto dai recenti avvenimenti riguardanti l'8va salvaguardia, con la chiusura dei termini per l'invio delle domande all'Inps avvenuta lo scorso 2 marzo 2017. Sulla base della documentazione redatta dallo stesso istituto di previdenza a maggio del 2016, la valutazione delle platee aventi diritto sarebbe stata sempre sovrastimata, ma nonostante le risorse in avanzo, i fondi nel corso degli anni sono stati deviati per altri interventi.

Prendendo spunto da questa situazione, si ricorda che se lo stallo dovesse permanere, secondo le stime dei Comitati un numero notevole di persone resterà escluso dalle tutele e discriminato, potendo ricorrere solo all'Ape volontaria o sociale.

Il quesito posto in Commissione lavoro

Stante la situazione appena descritta, l'interrogazione chiede di riferire in merito ad un possibile intervento finalizzato a sanare la problematica descritta, che appare agli interroganti "non conforme al principio di eguaglianza, con riferimento ad ex lavoratori aventi diritto ed esclusi dall'8va salvaguardia".

Si chiede inoltre di riferire in merito "all'opportunità di assumere iniziative normative per superare le criticità evidenziate, con particolare riguardo alla denunciata discriminazione".

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato.

Se invece preferite ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni vi suggeriamo di utilizzare la funzione segui che trovate in alto, vicino al titolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!