Le ultime notizie sulle pensioni ad oggi, giovedì 6 aprile 2017, sono relative alle dichiarazioni piuttosto importanti rilasciate da Marco Leonardi al quotidiano economico 'Il Sole 24 Ore': il consigliere di Palazzo Chigi, infatti, ha affermato che i 'decreti attuativi sono pronti e che andranno all'istruttoria del Consiglio di Stato'. Leonardi, inoltre, ha confermato la finestra utile per presentare le domande ed entrare nella prima graduatoria utile, finestra che andrà dal 1° maggio al 30 giugno.

Pubblicità
Pubblicità

La stima del numero di uscite per il prossimo biennio per Ape Sociale e Quota 41 è di circa 50-60mila: Leonardi, inoltre, ha annunciato che nel 2018, la finestra temporale per presentare le domande andrà dal 1° gennaio al 31 marzo.

Ultime notizie pensioni, giovedì 6 aprile 2017: Ape Sociale, nuove polemiche

Intanto, nuove polemiche per l'Ape Sociale, ed in particolar modo per il requisito dell'età anagrafica di 63 anni e il non trovarsi a più di tre anni e 7 mesi dal pensionamento di vecchiaia previsto con l'attuale normativa.

Infatti, la Legge di Bilancio non ha previsto l'ipotesi di possibile ed ulteriore slittamento del beneficio per i nati dal 1954 in poi, per effetto dell'adeguamento delle aspettative di vita, previsto nel 2019 e nel 2021. Prendendo, infatti, ad esempio un lavoratore nato nel mese di dicembre del 1954: questi potrebbe non riuscire ad accedere all'uscita pensionistica con l'Ape Sociale nel gennaio 2018 perché, se da una parte ha compiuto i 63 anni di età, dall'altra si ritroverebbe a quattro anni dalla 'normale' uscita pensionistica e, dunque, sarebbe costretto a rimandare di altri quattro mesi la propria uscita, ovvero a maggio 2018.

Riforma pensioni, ultime notizie: Roberto Occhiodoro chiama tutti alla mobilitazione

Concludiamo, sottolineando l'enorme mobilitazione di tutti i lavoratori interessati per l'uscita pensionistica per la grande manifestazione annunciata da Roberto Occhiodoro per il prossimo 4 maggio dalle 10 alle 14, in Piazza Montecitorio, davanti al Parlamento.

Pubblicità

L'invito rivolto da Occhiodoro è per tutti coloro che hanno interesse alla quota 41: 'E' molto importante, ha affermato il rappresentante del gruppo 'Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti' rimanere uniti almeno per una giornata e mettere da parte tutte le controversie'. L'appello è stato lanciato anche all'Opzione Donna 2018, agli esodati, ai lavoratori stagionali e gli invalidi.

Leggi tutto