Al via fra poche ore l'esame di maturità 2017. Mercoledì 21 giugno si terrà in tutta Italia la prima prova scritta, il tema d'italiano. Si entra alle 8.30, con sei ore a disposizione per completare il testo. Il valore della prova è di 15 punti e può toccare diversi tipi di testo (analisi letteraria, saggio breve artistico, scientifico, il tema storico e una traccia di ordine generale). Dato l'ampio ventaglio di scelta e la grande libertà fornita dalla scrittura, questa prova è da anni l'ideale per "rompere il ghiaccio" con gli esami e affrontare la tensione, in vista delle prove più dure.

Da Pirandello al terrorismo

Già da qualche giorno è esploso il toto-tracce, che sta raggiungendo l'apice in queste ultime ore. Migliaia di studenti in questo momento stanno cercando di indovinare i possibili temi trattati nella prova. Attualmente, il nome più quotato per l'analisi del testo (tipologia A) è Luigi Pirandello: quest'anno ricorre il centocinquantenario della sua nascita e, oltre alla ricorrenza, l'autore siciliano è assente alla maturità dal 2003. Da non sottovalutare anche Dario Fo, scomparso negli ultimi mesi, anche se forse troppo scontato vista la presenza dello scorso anno di Eco per la medesima ragione. Impossibile escludere anche Dante Alighieri: il padre della lingua italiana non viene scelto dal Miur da ben dieci anni, e questo potrebbe essere l'anno del grande ritorno.

Riguardo le altre tracce, tante sono le possibilità, con un'attualità così ricca di avvenimenti rilevanti e temi caldi. Si parte dall'Isis e il terrorismo, che hanno occupato le testate più diffuse al mondo per tutto l'ultimo anno. Questo argomento potrebbe mettere a dura prova gli studenti, a causa della complessità storica, sociologica e antropologica del tema, così ambiguo e difficile da inquadrare.

Questo potrebbe anche essere l'anno dei vaccini, un tema decisamente molto discusso negli ultimi tempi; proporre un tema del genere potrebbe anche essere una mossa del Miur per appoggiare il Ministero della Sanità nella lotta contro l'antivaccinismo, chiedendo ai maturandi di riflettere sulla loro posizione in merito in maniera consapevole e critica.

Per ragioni simili, potrebbe anche presentarsi un saggio o un tema di ordine generale sui concetti di nazionalità e di cittadinanza, sulla scia dell'attuale dibattito che investe lo ius soli.

Alcuni consigli

Le tracce scelte dal Ministero si sapranno con certezza soltanto domani mattina. Nel frattempo, il consiglio più importante è di gestire la tensione sfruttando le molte ore a disposizione per completare l'elaborato, cercando la concentrazione adatta. Essenziale è inoltre presentarsi con una tipologia preferita e una di riserva come cavalli di battaglia, in modo da scegliere la traccia che richiede lo stile di scrittura con cui si ha più esperienza. Infine, un consiglio poco ortodosso: non forzare eccessivamente la lunghezza del tema. La commissione, infatti, dovrà correggere decine di temi, per cui affronterà con più entusiasmo testi di medie dimensioni.