Via libera alle domande di accesso all'Ape Sociale e al meccanismo di Quota 41, le due misure previdenziali inserite nella Legge di Stabilità 2017 che, dopo un lungo periodo di attesa, sono stati finalmente pubblicati nella Gazzetta Ufficiale divenendo operativi a tutti gli effetti.

Sono circa 60 mila i lavoratori che potranno beneficiare delle due misure pensionistiche: circa 35 mila sono i potenziali beneficiari dell'Ape Sociale che beneficeranno di un reddito ponte fino ad un massimo di 1.500 euro lordi mensili finanziato interamente dallo Stato.

Pubblicità
Pubblicità

Mentre altri 25 mila sono i cosiddetti lavoratori precoci che potranno finalmente anticipare l'uscita dopo il versamento di almeno 41 anni di contributi indipendentemente dall'età anagrafica e senza alcun tipo di penalizzazioni sull'assegno previdenziale.

Domande entro il 15 luglio per Ape Sociale e Quota 41

Nei giorni scorsi i decreti attuativi sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale mentre manca meno di un mese alla scadenza del termine per la presentazione delle istanze che dovranno essere presentate esclusivamente online attraverso l'apposito modulo predisposto sul sito istituzionale dell'Istituto Nazionale di Previdenza Sociale.

Pubblicità

Come già tanti sanno, le domande dovranno essere corredati da alcuni documenti che serviranno per la verifica dei requisiti effettivamente posseduti da ciascun interessato da parte dell'ente: per i disoccupati, privi di ammortizzatori sociali, infatti, sarà necessario allegare la lettera di licenziamento o di dimissioni per giusta causa mentre gli addetti alle mansioni particolarmente usuranti dovranno allegare il contratto di lavoro, l'attestazione della tariffa Inail e la certificazione che attesti lo svolgimento di mansioni faticosi che dovrà essere prodotta dal datore di lavoro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Cosa assai diversa per gli invalidi con disabilità pari o superiore al 74 %, i quali assieme alla domanda dovranno presentare il verbale di disabilità mentre i cosiddetti caregivers che mediante una certificazione dovranno dimostrare di aver assistito un familiare con disabilità grave durante la loro vita lavorativa.

Circa 8.118 domande già presentate

Stando a quanto riportato dall'agenzia di stampa AdnKronos, ammonterebbe a circa 8.118 il numero delle domande presentate finora di cui 5.386 sono per l'Ape Sociale mentre altri 2.432 sono i potenziali beneficiari della Quota 41. Rimane fondamentale ricordare, però, che a causa della numerosità delle domande che verranno presentate entro il 15 luglio potrebbe crearsi un esubero che andrà a penalizzare molti lavoratori.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto