L'Inps aggiorna la disciplina sulla pensione anticipata 2017 relativi ai requisiti anagrafici e di età grazie al cumulo dei contributi. Infatti, proprio nella giornata di ieri, la circolare Inps numero 103 del 2017, ha aggiornato il provvedimento del cumulo contributivo risalte al decreto legislativo numero 184 del 1997 ai nuovi requisiti previsti dalla riforma Fornero. Nel dettaglio, ne beneficeranno i contribuenti del meccanismo previdenziale contributivo che potranno andare in pensione anticipata con venti anni di contributi versati. Inoltre, è scritto nella nota Inps, la possibilità di cumulo per il raggiungimento dei requisiti necessari riguarda sia la pensione anticipata che le altre forme di pensione, ovvero quella di vecchiaia, di reversibilità e quella di inabilità.

Ultime notizie oggi su pensione anticipata 2017 e vecchiaia: le novità del cumulo contributivo Inps

In base alla riforma Fornero del 2011. la pensione anticipata dei contribuenti è raggiunta all'età di 63 anni e sette mesi con venti anni di versamenti effettuati (e assegno di 2,8 quello sociale) oppure, con 42 anni e dieci mesi di versamenti (per le donne c'è lo sconto di un anno), indipendentemente dall'età della richiesta di uscita anticipata. Con la circolare dell'Inps, la pensione anticipata è ottenibile anche sommando gli spezzoni dei contributi versati per diverse gestioni previdenziali, nel caso in cui non si ricorra alle altre forme di cumulo consistenti nella ricongiunzione, nella totalizzazione e nel comulo retributivo previsto dalla legge di Stabilità del 2013.

Nella circolare dell'Inps si precisa che il cumulo contributivo interessa i contribuenti che abbiano una pensione ricadente nel meccanismo previdenziale contributivo. Pertanto, il cumulo contributivo con il quale si avrà diritto alla pensione anticipata, interessa sia i contribuenti che abbiano iniziato a lavorare a partire dal 1° gennaio del 1996 che quelli che, al 31 dicembre 1995 abbiano già dei contributi, ma che abbiano optato per il meccanismo contributivo della pensione.

Inoltre, il cumulo contributivo è possibile anche per chi già è in pensione, purché l'assegno derivi da una gestione differente da quella riguardante il cumulo.

Novità oggi pensioni vecchiaia 2017 e anticipata con il cumulo Inps: ecco i requisiti necessari

Inoltre, i contribuenti che prima dell'entrata in vigore della legge Fornero (ovvero prima della fine del 2011) non avessero i requisiti nè per ottenere la pensione e nemmeno per l'opzione al sistema previdenziale contributivo, nel caso in cui chiedano il cumulo delle Pensioni, dovranno osservare questi requisiti:

  • la pensione di vecchiaia con venti anni di contributi, si otterrà a 65 anni e 7 mesi per le donne del settore privato;
  • pensione di vecchiaia per le lavoratrici autonome e quelle iscritte alla gestione separata Inps si otterrrà a 66 anni e un mese;
  • pensione di vecchiaia per tutti gli altri (sia uomini che donne, statali e privati) a 66 anni e sette mesi;
  • pensione anticipata a 42,10 per gli uomini;
  • pensione anticipata a 41,10 per le donne.
Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!