A pochi giorni dal termine ultimo per la presentazione del modello B, fissato al prossimo 25 luglio, non accennano a scomparire dubbi e perplessità degli utenti, complice le informazioni frammentarie che arrivano dal Ministero e il continuo blocco dei server di Istanze Online.

Gli aspiranti docenti, infatti, si accingono a compilare in questi giorni il modello B per la scelta delle istituzioni scolastiche nelle quali inserirsi in seconda e terza fascia per le graduatorie di istituto del triennio 2017-2020.

Pubblicità

Per farlo, occorre aver presentato domanda entro il 24 giugno e possedere le credenziali di accesso al portale POLIS Istanze Online del MIUR: l'invio della domanda è infatti previsto esclusivamente in forma telematica.

I dubbi più comuni

Al fine di facilitare la procedura di compilazione ed evitare eventuali blocchi dei server si invitano gli aspiranti docenti a compilare il modello B nelle ore in cui il traffico di utenza si riduce (primo mattino, primo pomeriggio o tarda serata) e di redigere preventivamente una lista delle sedi nelle quali ci si intende iscrivere in graduatoria.

Anche se il sistema permette di annullare e ricompilare la domanda in qualsiasi momento prima della scadenza (fissata al 25 luglio), si invitano gli utenti a prestare molta attenzione e a non effettuare troppi annullamenti, così da semplificare il lavoro delle segreterie, che comunque cominceranno a lavorare la domanda soltanto dal giorno successivo al termine ultimo previsto per la presentazione.

Molti utenti si chiedono cosa fare nel caso in cui il sistema presentasse continuamente messaggi di errore.

Pubblicità

Purtroppo non resta che ritentare l'accesso in una fascia oraria differente, auspicando un minor traffico di utenza. Sono infatti pervenute presso le segreterie scolastiche ben 700mila domande di inserimento in graduatoria.

Istanze Online prevede la possibilità di visualizzare il proprio punteggio, calcolato dalle segreterie scolastiche in base ai dati indicati nel modello A. Per visualizzare il proprio punteggio occorre cliccare su "Altri servizi", quindi sulla voce "Graduatorie di circolo e d'istituto - Personale docente" e infine su "Visualizza graduatorie". Nel caso in cui il punteggio dovesse risultare errato è possibile contattare la segreteria della scuola capofila e chiedere una rettifica.

Sarà comunque possibile richiedere ulteriori rettifiche nei dieci giorni successivi alla pubblicazione delle graduatorie provvisorie (previste per gli inizi di agosto); trascorso tale termine, saranno pubblicate le graduatorie definitive, valide per il triennio 2017-2020.

Ancora "sviste" da parte del Ministero

La funzione che permette la compilazione del modello B ha più volte cambiato denominazione a causa di alcuni problemi tecnici interni al Ministero. Attualmente, per compilare il modello occorre cliccare in home page la voce "Graduatorie d'Isitituto Pers. Docente ed Educativo - Modello B triennio 2017/20".

Pubblicità

Esatto, "Isitituto" (e non "Istituto"): ennesima svista del Ministero.

In seguito alla compilazione del modello B sarà richiesto il codice personale. L'utente che dovesse esserne sprovvisto può recuperarlo attraverso il servizio "Recupero codice personale" cliccando, in home page, la voce "Funzioni di servizio".

Numerosi aspiranti docenti hanno inoltre sottolineato come il riepilogo in PDF inoltrato via email dal sistema una volta ultimata la compilazione della domanda riporti numerosi errori: indirizzi email incompleti (dovuti a spazio insufficiente), mancanza dell'indicazione della fascia di appartenenza, dicitura (tra l'altro incompleta) "Riservato agli aspiranti che hanno conseguito l'abilitazione secondo quanto disposto dal D.M." relativa anche a chi si iscrive nelle graduatorie di terza fascia ed è quindi sprovvisto dell'abilitazione.

Il Ministero fa sapere che si tratta di semplici errori del sistema, per cui non è necessario annullare l'inoltro e ricompilare nuovamente il modello B, che resterà comunque valido.

Nel caso in cui in fase di compilazione del modello B non dovessero essere visualizzate tutte le classi di concorso indicate nel modello A occorre contattare la segreteria scolastica della propria scuola capofila e chiedere maggiori chiarimenti. Si consiglia di includere la stessa scuola capofila nelle venti sedi prescelte; a tal proposito, si indicheranno comunque venti sedi anche se si sarà presentata domanda per più classi di concorso. Una volta ricevuto il PDF di conferma ed effettuato nuovamente l'accesso su Istanze Online, si potrà visualizzare la dicitura "Inoltrata" lì dove precedentemente il sistema riportava "Non inserita". Accanto a ciascuna sede prescelta leggeremo "(null)": niente di cui preoccuparsi, anche in questo caso si tratta dell'ennesimo errore di sistema.

Supplenze inferiori ai 10 giorni e accortezze finali

Si ricorda, infine, che i docenti che si iscrivono nelle graduatorie per la scuola secondaria di primo e secondo grado non potranno usufruire della possibilità di prestare servizio mediante supplenze inferiori ai 10 giorni. Le supplenze brevi sono infatti riservate ai soli docenti della scuola dell'infanzia e della scuola primaria.

Il modello B non va stampato e consegnato alla segreteria della scuola capofila: una volta completata la procedura telematica e ricevuto il PDF riassuntivo via email, l'aspirante docente può ritenere concluso l'invio della domanda. Dal momento che molti sindacati si stanno attivando per ricevere ulteriori chiarimenti, il Ministero ha fatto sapere che non sono previste proroghe per la compilazione del modello B e che i giochi, pertanto, si chiuderanno come previsto il prossimo 25 luglio.