Le ultime notizie sulla riforma pensioni, ad oggi, mercoledì 25 ottobre 2017, sono relative all'aumento dell'aspettativa di vita, ufficializzato nelle ultime ore dall'Istat, ed ai possibili scenari futuri in materia previdenziale. Ci occuperemo, inoltre, della decisione della Corte Costituzionale in merito alla questione della rivalutazione delle Pensioni.

Pensioni 2017, notizie oggi 25 ottobre: Istat, aumento di 5 mesi aspettativa di vita: e ora?

Mancava solamente l'ufficialità, visto che oramai da tempo si parlava di aumento della speranza di vita.

Ed ecco che ieri l'Istat ha puntualmente ufficializzato l'aumento di cinque mesi, rispetto al 2013, dell'aspettativa di vita che nel 2016 è passata, per gli over 65, a 20,7 anni. Un dato che, come sappiamo, secondo la tanto criticata e odiata Legge Fornero, produrrà inevitabilmente l'innalzamento dell'asticella dell'età pensionabile. Che cosa dobbiamo aspettarci ora? La soluzione più logica sarebbe il decreto direttoriale che il Governo dovrebbe emanare entro la fine dell'anno per ufficializzare l'aumento a 67 anni a partire dal 2019 ma non è da escludere il possibile rinvio della questione a dopo le elezioni, proprio per non influenzare il voto.

Nel caso in cui invece il Governo decidesse di 'adeguare' nei tempi l'età pensionabile, i sindacati punteranno ad ottenere un aumento più contenuto, anziché i cinque mesi previsti.

Riforma pensioni 2017, novità oggi: sindacati ribadiscono blocco aumento età pensionabile

La reazione delle parti sociali al dato Istat è stata durissima. Sono stati espressi dubbi in merito all'esattezza delle stime, oltre al fatto che il Governo debba mantenere fede agli impegni assunti.

In una nota unitaria, Cgil, Cisl e Uil, ribadiscono il blocco dell'aumento dell'età pensionabile, chiedendo al Governo di avviare un confronto che punti alla modifica dell'odiato meccanismo: un confronto che abbia come obiettivo quello di 'differenziare le attuali forme di adeguamento', in modo da considerare le diverse gravosità dei lavori e delle relative speranze di vita dei lavoratori.

Ultime notizie pensioni, oggi 25 ottobre: ministro Poletti prende tempo

Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, continua a fare 'melina', come ormai da un po' di tempo a questo parte, ribadendo come non sia in grado di dire oggi che cosa accadrà nei prossimi mesi: 'Abbiamo un anno di tempo abbondante, c'è il tempo per una discussione su questo tema'. E' chiaro che una decisione impopolare costituirebbe un danno per il Partito Democratico in vista delle prossime elezioni politiche.

Pensioni, novità oggi 25 ottobre: Consulta decide su rivalutazione pensioni

C'è attesa, intanto, per la decisione della Corte Costituzionale in merito alla mancata o ridotta rivalutazione delle pensioni.

Luigi Caliulo, legale dell'Inps, ha parlato di una vera e propria 'bomba ad orologeria' sotto il tavolo del Governo, in quanto l'eventuale bocciatura del decreto Poletti potrebbe costare allo Stato la bellezza di trenta miliardi di euro. Il capogruppo di Forza Italia, Renato Brunetta, ha sottolineato come questo provvedimento abbia colpito un pensionato su tre, ovvero oltre cinque milioni di pensionati ed ecco perché si chiede nuovamente al Governo di dare piena attuazione alla sentenza emessa dalla Corte Costituzionale nel 2015, provvedendo così alla restituzione integrale ai pensionati degli importi maturati

Per rimanere aggiornati sulle ultime notizie riguardanti la riforma pensioni, cliccate sul tasto 'Segui', posizionato vicino alla firma del presente articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!