Da una comunicazione resa nota dal Miur, mentre viene rimandata a data da destinarsi la compilazione del modello D3, delle graduatorie di terza fascia ATA, milioni di utenze del sito Istanze on line sono attualmente revocate. Ecco cosa devono fare in attesa che arrivino i termini, per l'inserimento delle 30 sedi scolastiche, coloro che hanno prodotto domanda e non sono iscritti ad Istanze on line o risulta revocata l'utenza.

Revoca di 1 milione di utenze

Questo è quanto è stato comunicato dal Ministero ai sindacati in una nota, tantissime utenze come già scritto nel nostro giornale in passato, a causa del mancato accesso, sono state revocate.

È successo che gli aspiranti iscritti nelle graduatorie del personale Ata del triennio 2014/2017, non essendo più entrati in Istanze on line dopo il 2015, sono stati cancellati e ora devono procedere a una nuova registrazione, recandosi nuovamente in una segreteria scolastica per accreditarsi.

Il Miur trasmetterà a tal fine a coloro a cui risulta revocata l’utenza, una comunicazione tramite email, all’indirizzo di posta comunicato al tempo su Istanze on line. Chi dovrà procedere alla presentazione del modello D3 per la scelta delle sedi per il triennio 2017-2020, perché ha presentato domanda Ata entro il 30 ottobre, dovrà quindi recuperare l'utenza.

Nel caso non ricordasse l'email dell'epoca o fosse stata nel frattempo cambiata, deve comunque registrarsi nuovamente, se non ha fatto almeno un accesso dal 2015.

Registrazione ex novo o su utenza revocata

Per riattivare l'utenza o registrarsi per la prima volta è sufficiente cliccare su accedi dalla pagina di Istanze on line, e cliccare non su entra ma su Registrarsi. Dopo aver cliccato sull'apposito link e compilato il form, facendo attenzione a non sbagliare la digitazione della mail inserita (perché questa dev'essere attiva e si deve essere in possesso della password, per non rischiare di perdere la mail di avvenuta registrazione) verrà mandata da sistema Istanze on line ad essa la conferma di avvenuta registrazione.

Una volta compilato i campi, troverete nella mail inserita, un link su cui cliccarci accedere e poi seguire le istruzioni. Verranno poi trasmessi dal sistema i moduli, da portare in segreteria con il documento di riconoscimento valido, quello inserito nel form. Per non sbagliare basta leggere le istruzioni della mail, e rientrando nella propria mail una volta essersi recati nella segreteria per accreditarsi, si potrà accedere con le credenziali ricevute al sito dove, si potrà controllare subito se la Scuola capofila ha caricato la domanda e il punteggio attribuito.

Purtroppo dato il numero alto di domande Ata pervenute è stata prevista la proroga di un anno delle graduatorie 2014/2017, per impossibilità delle segreterie a inserire in tempi stretti così tante domande e valutarle.

La notizia che farà contenti alcuni, ha già gettato nello scompiglio altri. Per ricevere notizie su argomenti di lavoro, scuola e altro ancora cliccare sul tasto segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!