Chi è favorevole chi contrario alla sua abolizione, chi propone e il rilancia modifiche che apportino significativi cambiamenti chi sostiene che in parte sia stata già modifica: di certo c'è che il tema della riforma Pensioni, e in particolare della revisione della legge Fornero, continua ad agitare la campagna elettorale. Soprattutto nel centrodestra. E tante ne sentiranno gli italiani, c'è da scommetterci, da qui al 4 marzo 201, quando saranno chiamati alle urne per eleggere il nuovo Parlamento che dovrà poi dare la fiducia a un nuovo Governo.

Pensioni, la Lega insiste sulla rottamazione della legge Fornero

Non sembra intenzionato a cambiare posizione il leader della Lega che ha fatto mettere la cancellazione della legge Fornero tra i punti del programma elettorale di centrodestra anche se Silvio Berlusconi e Giorgia Meloni hanno rivisto le loro posizioni parlando di modifiche e non di abolizione. "Ha bloccato lavoro e consumi - ha detto Matteo Salvini criticando ancora una volta la legge Fornero - ed ha aumentato il debito pubblico".

Abrogazione senza se e se ma, la proposta del Carroccio. "Ha impedito agli italiani - ha sottolineato il segretario leghista ai microfoni di Radio anch'io su Rai Radio 1 - di mettere su famiglia, cambiare macchina o casa, di rischiare, di sorridere e ha svuotato le culle". Dopo l'abolizione dell'attuale normativa previdenziale in pensione con quarantuno anno di anzianità contributiva, prevede la proposta leghista.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Salvini

"Io - ha ribadito Salvini - voglio riempire le culle e lasciare a casa a riposare - ha sottolineato rilanciando la Quota 41 - chi ha lavorato per quarantuno anni". Rimane sulle sue posizioni anche il leader di Fratelli d'Italia.

Differenti posizioni nel centrodestra, il Pd: 'Sono divisi su tutto'

"La legge Fornero - ha detto Giorgia Meloni - va rivista". Rivedere, dunque, non abolire. "Noi - ha ribadito oggi - siamo per l'abolizione delle storture di quella legge e - ha sottolineato il leader di Fratelli d'Italia ai microfoni di Rete 4 - per una revisione complessiva del sistema pensionistico".

Posizioni diverse sulla legge Fornero nel centrodestra, una situazione che viene evidenziata dagli avversari del partito democratico. "Sono divisi su tutto - ha detto Ernesto Carbone, deputato del Pd - e dunque inattendibili. Il Paese non può permettersi - ha aggiunto - di affidare il proprio futuro a un'accozzaglia di partiti e di sigle che - ha sottolineato il parlamentare dem - dalle pensioni ai vaccini, va in ordine sparso".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto