Non si prevedono, per l’ormai imminente mese di febbraio, sensibili disagi per chi viaggia in treno, anche se quasi tutte le date di sciopero dei treni in programma hanno rilevanza regionale e interregionale, ma restano ferme, in linea di massima, le fasce orarie riferite ai convogli utilizzati dai lavoratori pendolari (ma sono interessate le giornate festive del 4 e del 25, che ricadono di domenica).

Le giornate da segnare sul calendario

Le giornate interessate sono all’inizio e alla fine del mese, ma vediamo nel dettaglio il calendario degli scioperi.

Si inizia domenica 4, quando (organizzato da FILT-CGIL/FIT-CISL/UILT-UIL/UGL T./ORSA/FAST FERROVIE) si asterrà dal lavoro il personale mobile di Trenitalia Trasporto Regionale del Veneto, a partire dalle ore 00:01 e sino alle 21:00 (durata atipica, 21 ore). Nella stessa giornata, inoltre, è previsto lo sciopero (organizzato da FILT-CGIL/FIT-CISL/UILT-UIL/UGL-AF/FAST) del personale mobile di Trenitalia DPR Emilia-Romagna, della durata di 8 ore (con inizio alle 09:00 e termine alle 17:00).

Nella giornata di martedì 6 febbraio 2018, altro sciopero regionale (indetto da ORSA FERROVIE + RSU) che riguarderà il personale mobile (macchinisti e capitreno e personale dell’Unità Produttiva Lunga Percorrenza) delle ferrovie Trenord, con durata pure di 8 ore (inizio ore 09:01 e termine ore 16:59).Tregua nei giorni successivi sino al fine mese.

Difatti, il 25 (domenica), si asterrà dal lavoro il personale mobile di Trenitalia-Div. Passeggeri Regionale Piemonte e Valle d’Aosta, nonché quello del DPLH I.E. Esercizio Intercity I.A. di Torino, per 23 ore, con inizio alle 03:01 e fine alle 02:00 di lunedì 26 (agitazione proclamata da ORSA FERROVIE + RSU). Sarà, quello del 25, uno sciopero avente rilevanza interregionale, mentre quello indetto per martedì 28 avrà carattere regionale e interesserà il personale mobile (macchinisti e capitreno, Unità PLP) di TRENORD, con le stesse modalità (durata e orario) dell’astensione di giorno 6, vale a dire 8 ore, con inizio alle 09:00.

I consigli per chi deve mettersi in viaggio

Come sovente volte accade le agitazioni potrebbero subire delle variazioni circa le modalità, la durata o potrebbero essere addirittura revocate. Ragion per cui è buona norma mantenersi costantemente informato tramite la pagina internet del vettore ferroviario o presso il proprio agente di viaggi di fiducia.