Le ultime novità sulla riforma pensioni al 4 maggio 2018 arrivano dalle recenti dichiarazioni di Cottarelli e di Vincenzo Boccia. Entrambi, sebbene Salvini continui a ripetere che la priorità sia l’abolizione della legge Fornero, ribadiscono l’importanza di mantenere quella riforma, precisa Boccia, che gli altri ci invidiano.

Pensioni 2018, Boccia: si vogliono demolire riforme che altri ci copiano

La Riforma Pensioni e del Lavoro non vanno cambiate. A detta del Presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, sono misure che gli altri ci copiano.

Smontare il Jobs Act, industria 4.0 e la riforma delle pensioni, è, fa intendere, davvero un azzardo. Specie se si considera che ad esempio il Premier albanese ha preso l’Italia a riferimento dicendo, nell’ultima missione dell’associazione in Albania che vuole cercare di far divenire il Paese come l’Italia. Dunque, ribadisce Boccia, gli altri ci copiano le riforme che funzionano e noi le vogliamo demolire. Forse sarebbe bene cercare di affrontare questo delicato momento di incertezza, precisa, al fine di dare stabilità al Paese.

Poi precisa che tornare al voto ora sarebbe un po’ assurdo: “Se alle urne gli elettori rivotano uguale che facciamo? Rivotiamo fino a che non va come piace a qualcuno?". Ecco le ultime dichiarazioni di Cottarelli.

Riforma pensioni Fornero, 'salvifica' per Cottarelli

Per Cottarelli, direttore dell’Osservatorio sui conti pubblici italiani dell’Università Cattolica di Milano, l’attuale riforma pensioni Fornero non va assolutamente abolita, perché insieme alle passate riforme è risultata salvifica per l’Italia.

Poi precisa, proprio grazie alla Riforma Monti-Fornero e alle precedenti riforme la spesa pensionistica resterà più o meno stabile fino al 2045, nonostante ciò, sebbene la spesa non crescerà, se non si faranno modifiche avventate, resterà comunque alta e graverà su altre voci. Figurarsi, dunque, fa intendere, se si mettesse mano all’attuale sistema previdenziale, abolendo, come si è promesso per tutta la campagna elettorale la Riforma Fornero.

Eppur dal canto suo Matteo Salvini continua a dirsi certo, ultimi post su facebook confermano, che la prima cosa che farà al Governo, così come promesso, sarà proprio l’abrogazione tout court della Riforma pensionistica attuale, certo che questa sia, invece, la spinta per far ripartire il Paese. Mandando in pensione gli anziani e garantendo apertura di posti di lavoro per i giovani.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!