Giorni caldissimi per le convocazioni dei docenti di ruolo nelle differenti regioni d'Italia. Entreranno in ruolo per il prossimo anno scolastico 2018/2019 in totale 57322 insegnanti, di cui 43993 su posto comune ed oltre 13.000 di sostegno. Vediamo nel dettaglio quali sono le regioni con il maggior numero di posti assegnati alla Scuola primaria, i quali nel totale ammontano a 8.014 assunzioni. Per le immissioni in ruolo nella scuola dell'infanzia come nella scuola primaria si avrà lo scorrimento oltre il 10% degli idonei.

Pubblicità
Pubblicità

Le provincie con maggiori immissioni

La maggiore percentuale, circa il 59% di assunzioni nella scuola primaria per il prossimo anno scolastico 2018/2019 si avrà nelle regioni del nord. Infatti il maggior numero di assunzioni si concentra in primo luogo nella regione della Lombardia con la provincia di Milano, nella quale saranno assunti 930 docenti maestri così come previsto dal contingente. A seguire troviamo la regione Piemonte con la provincia di Torino con 443 immissioni in ruolo, al terzo posto c'è la regione Lazio con 436 immissioni in ruolo.

Inoltre le altre regioni che prevedono un maggior numero di assunzioni sono quella del Veneto, Emilia Romagna e Toscana.

Il 22% delle assunzioni avverrà al sud, il cui maggior numero di assunzioni sono destinate alla regione Campania. Nel dettaglio i posti assegnati alla regione Campania sono così suddivisi: 146 alla provincia di Napoli ed 80 alla provincia di Salerno. Soltanto il 18% dei posti saranno destinati alle assunzioni nelle regioni del centro.

Pubblicità

Nella regione Umbria nella provincia di Perugia sono stati assegnati 72 posti alle immissioni in ruolo, nella regione Marche - nella provincia di Ancona - i posti assegnati sono 62. Il minor numero di posti in assoluto è stato assegnato alla regione Calabria: nella provincia di Catanzaro ci sono appena 54 immissioni in ruolo. Inoltre è utile precisare che nelle immissioni in ruolo per il corrente anno scolastico saranno pochi gli immessi dalle graduatorie del concorso 2018: infatti si passerà ad attingere dalle graduatorie definitive del concorso docenti 2018 (se pubblicate entro il 31 agosto, e si stima che non siano molte), soltanto nel momento in cui saranno esaurite le graduatorie del concorso docenti 2016.

Infine va precisato che le graduatorie del concorso docenti 2018 pubblicate oltre il 31 agosto avranno validità dall’anno scolastico 2019/20.

Leggi tutto