Dopo tanti annunci finalmente Matteo Salvini si è espresso sui criteri che dovranno modificare la legge Fornero. Nella lunga intervista rilasciata al Sole 24 ore, il leader della Lega si è detto favorevole ad estendere la quota 100 senza vincoli e paletti. La sua convinzione nasce dal fatto che questa modifica porterebbe un notevole incremento di posti di lavoro. In pratica il pensionamento di un vecchio lavoratore consentirebbe alle aziende di assumere dei giovani che costerebbero meno e sarebbero più produttivi.

Pubblicità
Pubblicità

Una parte dei costi verrebbe riassorbita dal maggior numero di contributi versati. Sempre secondo le stime di alcuni organismi il costo della riforma oscillerebbe tra i 7/8 miliardi. Salvini si è dichiarato fiducioso sul fatto che queste modifiche alla legge Fornero verrebbero accettate benevolmente dall'Unione Europea.

Flat Tax

Sempre restando sul tema delle riforme Salvini ha annunciato che un altro obiettivo è dare ad alcuni milioni di italiani, a partire dall'anno prossimo, l'opportunità di pagare meno tasse.

Di concerto la Lega insieme al Movimento 5Stelle sta studiando di portare a tre le aliquote, anche se la Flat Tax rimane il traguardo da raggiungere. Finché gli italiani non avranno l'aliquota al 15% gli 80 euro non verranno smantellati. E, anche se non è un obiettivo dichiarato dalla lega, Salvini ha confermato che il reddito di cittadinanza si farà.

Gli altri temi caldi

Uno dei prossimi passi sarà il rilancio degli investimenti. Via libera quindi ai miliardi non ancora utilizzati per le manutenzioni che non sono ancora partite per mancanza di progetti.

Pubblicità

Solo per la manutenzione dell'edilizia scolastica sono a disposizione 7 miliardi sui quali Bruxelles non obietterebbe nulla. Altri due punti sono l'Ilva, che viene seguita da di Maio, e Alitalia, per la quale il turismo rappresenta un asset fondamentale. Altro prossimo tema oggetto di particolare attenzione è l'aumento dell'IVA che deve essere scongiurato.

Salvini ha detto di aver incontrato Tony Blair con il quale ha discusso del Tap. Tenendo ben presente l'ambiente il Vicepremier ha dichiarato che i benefici del Tap sono superiori ai costi e che l'Italia non deve essere spettatore nel campo della partita energetica.

Salvini ha voluto comunque precisare che, tutti i temi che il governo sta trattando saranno comunque diluiti lungo tutto l'arco della legislatura perché l'Italia ha intenzione di rispettare le direttive europee.

Leggi tutto