Si avvisa che Poste Italiane ha aperto nuove posizioni per l'immissione di ulteriore personale, da collocare con un contratto di Lavoro a tempo determinato presso gli uffici di tutta Italia. Ma non termina qui, poiché il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon comunica che grazie alla riforma delle pensioni si liberano nuovi impieghi.

Opportunità di lavoro a novembre 2018

Le Poste ricercano risorse anche senza esperienza con il ruolo di portalettere, da assegnare tramite le sedi di lavoro situate in tutte le province e regioni italiane.

Pubblicità
Pubblicità

I candidati devono detenere le seguenti qualifiche e requisiti:

  • diploma di scuola media superiore con voto minimo conseguito 70/100 oppure laurea anche triennale con voto minimo conseguito 102/110;

  • si richiede la patente di guida valida, per condurre il motomezzo dell'azienda;

  • solamente per la provincia di Bolzano è opportuno aver acquisito il patentino del bilinguismo;

  • idoneità generale all'attività.

La domanda di ammissione deve essere spedita entro domenica 18 novembre 2018. Ovviamente, per visionare al meglio il suddetto bando di concorso pubblico è necessario consultare il portale internet ''PosteItaliane''.

Lavoro PosteItaliane e Previste 7.500 Assunzioni: entro 2018/2020
Lavoro PosteItaliane e Previste 7.500 Assunzioni: entro 2018/2020

Previste 7.500 assunzioni entro il 2019

Come abbiamo sopracitato, il gruppo Poste Italiane esattamente il 13 giugno scorso ha firmato l'accordo con i sindacati (Cgil, Cisl, Uil, Cisal-Failp, Confsal, Ugl) che stabilisce 1.580 reclutamenti entro la fine del 2018 e nel decorso del triennio 2018/2020 vede implicati all'incirca 6.000 dipendenti con stabilizzazione dei contratti a tempo determinato, passaggi part time-full time e ulteriori arruolamenti.

Pubblicità

Tutto ciò, è da considerarsi un enorme successo reso fattibile per merito della riforma della Legge Fornero e per i considerevoli investimenti decretati nell'imminente legge di bilancio.

Il che significa, che teoricamente possono andare in pensione ben 400mila soggetti, liberando così lo stesso numero di posti di lavoro. Un'altra conquista è la richiesta alle assunzioni direttamente dal mercato estero, di giovani laureati indirizzati a compiti commerciali e inquadrati con contratti di apprendistato professionalizzante.

Insomma, più vantaggiosi i servizi per tutti i cittadini e nuove assunzioni, a quanto pare il governo italiano del rinnovamento è di parola. Naturalmente, per prendere visione del sopraindicato annuncio è utile visitare la pagina online ufficiale ''Il Postale n. 898''.

Clicca per leggere la news e guarda il video