Annuncio
Annuncio

Il cedolino con gli importi relativi allo stipendio di dicembre e alla tredicesima 2018 è in pubblicazione [VIDEO]. Come di consueto, infatti, qualche giorno prima dell'accredito gli amministrati da NoiPa possono vedere caricato il cedolino con le cifre spettanti. Questo mese insieme allo stipendio si trova anche la tredicesima mensilità, altrimenti detta gratifica natalizia. La data in cui lo stipendio e la tredicesima saranno esigibili è il prossimo venerdì 14 dicembre.

Nel frattempo tramite la funzione 'Consultazione pagamenti' si può vedere l'anteprima degli importi spettanti. Di seguito dettagli su calcolo e date di emissione.

Cedolino NoiPa stipendio dicembre e tredicesima 2018: data pubblicazione

Lo stipendio di dicembre 2018 con la tredicesima mensilità arrivano in anticipo [VIDEO].

Advertisement

Considerato che tra pochissimi giorni essi saranno esigibili, in queste ore su NoiPa dovrebbe essere visibile il cedolino, tenuto anche conto che esso di norma viene pubblicato qualche giorno prima rispetto alla data di esigibilità. Il cedolino è unico, ossia comprensivo dello stipendio di dicembre e della gratifica natalizia. Già dai primi giorni di dicembre è visibile l'importo netto nella sezione dedicata di NoiPa 'Consultazione pagamenti'. Ancor prima della pubblicazione del cedolino i dipendenti possono perciò vedere l'ammontare della cifra contenuta nel cedolino, dalla sezione Self service, inserendo il mese di riferimento, in questo caso dicembre 2018. Nonostante il servizio resta alta l'attesa per la pubblicazione del cedolino. Largo anticipo rispetto al solito 23 del mese e questo per permettere ai dipendenti di ricevere stipendio e tredicesima prima delle festività natalizie.

Advertisement

Tredicesima 2018: date pagamento e calcolo

Le date di pagamento sono quelle stabilite dal decreto legge 350/2001. Quest'anno, considerato che il 15 e il 16 sono rispettivamente un sabato e una domenica, la tredicesima verrà pagata a tutti i dipendenti statali il 14 dicembre che è un venerdì. Infatti, come stabilisce il decreto sopra detto, qualora il giorno di paga corrisponda a un giorno festivo, questo viene anticipato al primo giorno utile.

Per ciò che riguarda il comparto Scuola, nello specifico, ricevono la tredicesima tutti coloro che possiedono un contratto a tempo indeterminato, ma anche docenti e personale Ata con contratto di supplenza [VIDEO]al 30 giugno o 31 agosto. La tredicesima mensilità corrisponde ad un dodicesimo dell’intera retribuzione annua e matura anche nei periodi di assenza per infortunio, malattia o gravidanza. Rimangono invece esclusi dal calcolo della tredicesima l’indennità per ferie non godute e i periodi di aspettativa. Sul cedolino NoiPa tutti i dettagli.