Sulla Gazzetta Ufficiale del 12 giugno scorso è stato pubblicato il decreto, firmato dal Ministro della Pubblica Amministrazione Giulia Bongiorno, relativo all'assunzione presso il Ministero della Giustizia di oltre duemila nuove risorse.

Più precisamente, 1850 funzionari verranno assunti tramite lo svolgimento di nuove procedure concorsuali, mentre altri 903 lo saranno sulla base di graduatorie stilate attraverso concorsi svolti negli anni precedenti.

Il sottosegretario alla Giustizia, Morrone, ha specificato che tali assunzioni rispondono all'esigenza di sopperire alle carenze di personale che influiscono negativamente sull'andamento degli uffici giudiziari.

L'obiettivo principale è quello di favorire un turn over, ossia di sostituire il personale uscente con funzionari più giovani e garantire la massima efficienza di questo settore della Pubblica Amministrazione.

Si assumeranno funzionari e assistenti giudiziari

Come già precedentemente accennato, le nuove assunzioni riguarderanno funzionari e assistenti giudiziari.

Più nello specifico, gli assistenti giudiziari assunti saranno 903 mentre i nuovi funzionari, che saranno selezionati sulla base di nuove procedure di concorso, saranno 1850.

I funzionari giudiziari sono coloro che si occupano di svolgere mansioni di natura amministrativa all'interno dei Tribunali, addetti all'organizzazione e alla gestione delle cancellerie e delle segreterie.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

Svolgono attività a stretto contatto con i giudici, per le quali ricevono uno stipendio annuo che oscilla tra i ventiquattromila e i ventisettemila euro; in ogni caso, è uno stipendio destinato ad aumentare nel caso in cui il funzionario decida di intraprendere la carriera dirigenziale.

Nello specifico, attraverso tali assunzioni, gli assistenti giudiziari verranno inseriti nella fascia retributiva F2, mentre i funzionari giudiziari saranno assunti con fascia retributiva F1.

Requisiti e modalità di candidatura

I requisiti generali per poter partecipare al concorso sono la cittadinanza italiana, la laurea in discipline giuridiche o economiche, nonchè l'assenza di condanne: tuttavia, per poter conoscere nel dettaglio quali saranno i requisiti specifici richiesti per poter concorrere bisognerà attendere l'uscita del bando, prevista per il mese di luglio.

Nel bando, oltre ai requisiti, saranno descritte anche le modalità di candidatura e le prove selettive che ciascun candidato dovrà sostenere per poter concorrere all'assegnazione di uno dei posti messi a concorso.

Per questo motivo, è consigliabile a tutti coloro che sono interessati di tenere d'occhio la Gazzetta Ufficiale, sulla quale, nelle prossime settimane, il bando dovrebbe essere pubblicato con tutti i dettagli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto